Commenta

Bongiovanni e la candidatura:
"Conosco il territorio e ora sono
comunque sempre in comune"

Filippo Bongiovanni ha voluto chiarire, mediante la propria pagina Facebook, i motivi della sua discesa in campo. Qualche voce critica, infatti, si è sollevata, tenendo conto che, se eletto come consigliere regionale, lo stesso Bongiovanni dovrebbe dimettersi da sindaco.
Nella foto Bongiovanni durante una tornata elettorale al seggio del Romani

CASALMAGGIORE – Poche ore prima della visita di Attilio Fontana in città, il sindaco di Casalmaggiore Filippo Bongiovanni ha voluto chiarire, mediante la propria pagina Facebook, i motivi della sua discesa in campo. Qualche voce critica, infatti, si è sollevata, tenendo conto che, se eletto come consigliere regionale, lo stesso Bongiovanni dovrebbe chiaramente dimettersi da primo cittadino casalese, lasciando la parte finale del mandato presumibilmente al suo vice Vanni Leoni.

“Conosco Casalmaggiore come le mie tasche – ha scritto Bongiovanni – ci vivo da 37 anni e la amministro da quattro, dedicandoci 24 ore al giorno, 7 giorni su 7, come conosco altrettanto bene il territorio casalasco e gli organismi ed entità che lo uniscono; conosco la provincia di Cremona, avendola amministrata come assessore per 5 anni, avendola girata in lungo e in largo, visitato aziende, dialogato con cittadini, con i rappresentanti delle categorie economiche e sociali, con i volontari della protezione civile, con le istituzioni sul territorio. Conosco le sue esigenze, i punti di forza, le peculiarità, le carenze. Conosco il territorio e i rischi idraulici ad esso collegati anche attraverso l’esperienza nel Consorzio di Bonifica Navarolo”.

“Mi è stato chiesto di candidarmi come consigliere per le prossime elezioni Regionali – continua Bongiovanni – ho accettato perché ritengo che il bagaglio di esperienze acquisito possa essere utile per dar voce al nostro territorio e portare ad esso molti vantaggi. La mia elezione in Regione non è né facile né scontata. In questo mese di dura campagna elettorale, a differenza di altri, sarò sempre e comunque qui a presidio del Comune, andando avanti con la mia squadra e con i nostri progetti e programmi”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti