Commenta

"Poste, no a prese in giro"
Capaldo (M5S) pronto a
dare battaglia per il servizio

"In qualità di candidato alla Camera nel collegio uninominale di Suzzara - scrive Capaldo - accolgo pienamente l'appello lanciato del sindaco Giovanni Cavatorta sul no al ridimensionamento del servizio di Poste Italiane nel comune di Viadana".

VIADANA – Anche Stefano Capaldo interviene sulla questione delle Poste Italiane, che potrebbe tagliare il servizio a Viadana, proponendolo a giorno alterni. “In qualità di candidato alla Camera dei Deputati nel collegio uninominale di Suzzara – scrive Capaldo – accolgo pienamente l’appello lanciato del sindaco Giovanni Cavatorta sul no al ridimensionamento del servizio di Poste Italiane nel comune di Viadana, dove si ipotizza un servizio di consegna della posta a giorni alterni in virtù di una razionalizzazione dei servizi per i comuni con densità inferiore ai 200 abitanti per km quadrato”.

“Il nostro comune è secondo per estensione in Lombardia dopo Milano – precisa Capaldo – con 20000 abitanti e una densità di 197 ab/km quadrato; sarebbe una vera presa in giro e l’ennesimo servizio che Roma ci toglierebbe sul territorio. Come ribadito più volte, se sarò eletto, voglio essere la voce di tutto il territorio Oglio Po-casalasco, una voce spesso inascoltata e sottovalutata. Al di là delle ideologie qui ci sono cittadini, lavoratori e imprenditori da difendere e un territorio con un patrimonio economico, culturale e di tradizioni da salvaguardare”.

“Se avrò la possibilità di rappresentare alla Camera il mio territorio – conclude Capaldo – mi attiverò per richiedere immediatamente un incontro con il Ministero dell’Economia e delle Finanze, che controlla il 60% delle Poste Italiane, coinvolgendo il sindaco, le istituzioni locali e chiedendo in modo congiunto e unitario il mantenimento totale del servizio di consegna della posta sul Comune di Viadana e insistendo sul potenziamento del servizio a San Matteo con la richiesta di un Postamat, a tutela dei cittadini che hanno difficoltà a spostarsi verso il centro”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti