Commenta

Furti a scuola, il Pd attacca
la giunta: "Quali sono risposte
concrete oltre la facciata?"

"Quali sono le loro risposte concrete, e non il solito iperbolismo (vedi richiesta dell’esercito per le feste) e foto sui giornali? Il concetto di sicurezza da voi tanto sventolato, come lo avete messo in pratica?" chiedono i dem.

VIADANA – Continua la querelle politica legata alla sicurezza a Viadana, dopo l’ultimo furto alla scuola Bedoli. Stavolta a intervenire è il Partito Democratico. “Le risposte date dal Sindaco e dal consigliere delegato – spiegano i “dem” di Viadana – soprattutto dopo che ha chiesto alle opposizioni di votare il bilancio consultivo, sapendo bene che non verrà da noi votato perché è la conclusione di un anno amministrativo da noi fortemente criticato nelle scelte di come sono state spese le risorse pubbliche.
Prima, però, riteniamo doveroso fare una premessa in merito alla capacità amministrativa e politica di questa amministrazione a guida leghista”.

“Dopo quasi tre anni di suo governo – prosegue il Pd – si sono palesati i vostri unici obiettivi: diffamare e demonizzare le precedenti amministrazioni di diverso segno politico; incensarsi continuamente; ripetere ossessivamente quello che è diventato il vostro tormentone, vale a dire “Lo abbiamo fatto noi! Se non ci fossimo stati noi…”. Difatti è emerso chiaramente che la vostra strategia è quella di demolire l’operato delle giunte precedenti e di parte dell’opposizione (con accuse assurde ed infondate) e prendersi il merito della realizzazione di opere per le quali, voi, non avete speso neppure una virgola nel raggiungimento degli accordi e nella programmazione dei lavori”.

“Noi siamo pronti al confronto pubblico in qualsiasi momento, ma a viso aperto – continua il comunicato – e non solo attraverso i giornali o i social. Il sentirvi continuamente dire di essere attaccati sul piano personale per il modo di amministrare, è sbagliato! Ed è un segnale di debolezza politica. È vero che noi siamo pronti ad attaccare, ma sempre laddove ci accorgiamo che la giunta non sa che pesci pigliare o latita, e sempre per proporre alternative serie ed efficaci. Possiamo orgogliosamente affermare che offendere gratuitamente con dichiarazioni al limite della querela non rientra nel nostro codice comportamentale. Voi attuali amministratori siete infastiditi dal fatto che la nostra opposizione fa sentire la propria presenza in consiglio comunale? Ma, è proprio il dovere dell’opposizione quello di segnalare, stimolare e proporre soluzioni migliorative, soprattutto quando le magagne e le inadempienze riscontrabili nella gestione della macchina comunale sono sotto gli occhi di tutti!”.

“Comunque veniamo all’oggi – entra poi nel merito della questione il Pd – . Quali sono le loro risposte concrete, e non il solito iperbolismo (vedi richiesta dell’esercito per le feste) e foto sui giornali? Il concetto di sicurezza da voi tanto sventolato, come lo avete messo in pratica? Se si sono verificati dei furti ed i genitori delle scuole vi chiedono di intervenire, perché voi rispondete piccati e arrampicandovi sugli specchi sbandierando cifre investite (80.000 euro in tre anni, quando chi vi ha preceduto ha investito 10 volte tanto in quel campo) e altre scuse del genere. Nei fatti accaduti vi è la dimostrazione incontestabile che sulla sicurezza avete fallito a tutti livelli. Per questo chiediamo in primis di accogliere le richieste fatte dai genitori ed inoltre il rispetto nei confronti di chi non è della vostra parte politica. Comunque noi, come Partito Democratico, continueremo la nostra battaglia tesa esclusivamente al confronto politico costruttivo e non personale, che ha come faro di riferimento la salvaguardia della sicurezza nell’interesse esclusivo dei Viadanesi. Pertanto chiediamo ai nostri rappresentanti in consiglio comunale di continuare fermamente su questa strada, perché è per questo che sono stati eletti!”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti