Commenta

CasteldidOpera, grande
successo per l'evento
organizzato da Il Melograno Jr

CasteldidOpera è stata altresì la storia di un ritorno a casa. Il Maestro Roberto Ardigò, infatti, ha origini casteldidonesi (entrambi i suoi genitori sono nati a Casteldidone): da ragazzino trascorreva spesso le estati in paese. GUARDA IL SERVIZIO DEL TG DI CREMONA 1

CASTELDIDONE – La risposta, in una chiesa parrocchiale gremita a Casteldidone, non è mancata per il concerto organizzato dall’associazione Il Melograno Junior e dalla parrocchia di Casteldidone, con il patrocinio del Comune e della Provincia di Cremona e in collaborazione con Centro Anziani, Pro Loco, Sezione Avis e Corale S. Cecilia di Casteldidone. Grande protagonisti sono stati i componenti della Corale Lirica Ambrosiana, diretta dal Maestro Roberto Ardigò, con la pianista Park Heyjin, il soprano Antonella Matarazzo, il tenore Alessandro Fantoni e il baritono Matteo Jin. Con loro, per l’accompagnamento all’organo, anche don Luigi Donati Fogliazza.

Il repertorio era davvero vario con brani tratti dalle più famose opere liriche della tradizione italiana, alcuni brani di Mozart, due canzoni Napoletane e una canzone degli anni 40 eseguite dai solisti. Un repertorio stato studiato appositamente per l’occasione, in modo da offrire una visione estesa e generale sul panorama lirico italiano, ma soprattutto per poter coinvolgere un ampio pubblico di esperti e appassionati ma anche di ascoltatori che per la prima volta si approcciavano con la grande Opera.

Gli spettatori, oltre 250 tutti molto partecipi, hanno applaudito il coro, che ha eseguito magistralmente il repertorio proposto, dando prova di elevatissime doti tecniche e artistiche. Gli stessi solisti, tutti professionisti della scena lirica italiana, hanno offerto performance davvero notevoli, arricchendo l’esibizione con un tocco scenografico e operistico. Eccellente anche la performance della bravissima pianista coreana. Applausi calorosi e prolungati si sono susseguiti dopo ogni brano con standing ovation alla fine. Il brano di maggior intensità emotiva è stato sicuramente il “Va’ pensiero”. Anche gli assoli dei solisti hanno entusiasmato in modo particolare il pubblico.

CasteldidOpera è stata altresì la storia di un ritorno a casa. Il Maestro Roberto Ardigò, infatti, ha origini casteldidonesi (entrambi i suoi genitori sono nati a Casteldidone): da ragazzino trascorreva spesso le estati in paese e, come ha affermato con un toccante intervento prima di eseguire l’ultimo brano in programma, “in questa Chiesa, da bambino, ho incontrato la musica. Sono grato a questa Parrocchia, al coro di Casteldidone e a questa Terra”. Emozionato ed emozionante, Ardigò ha diretto con carisma e passione la sua corale. Altrettanto emozionato e caloroso è stato nei suoi confronti il pubblico.

Il parroco don Diego Pallavicini ha aperto la serata lodando l’iniziativa e l’impegno del Melograno Junior nel prodigarsi per animare il piccolo paese di Casteldidone e il territorio circostante con proposte di alto livello contenutistico e culturale. In apertura del concerto, Valentina Bonetti proprio del Melograno Junior ha espresso “la grande gioia per noi giovani nel vedere la nostra Chiesa così gremita e il grande orgoglio nel poter ospitare un concerto di così alto livello. Grazie a tutti i presenti che sposano il progetto del Melograno Junior di valorizzazione del nostro territorio. Gazie ai numerosissimi sostenitori dell’iniziativa. Senza di loro non saremmo arrivati a tanto”.

Al termine del concerto i coristi hanno potuto assaggiare i prodotti tipici (Melone di Casteldidone e marubini) che sono stati particolarmente apprezzati. Non solo per questa sorpresa culinaria la Corale Lirica Ambrosiana ha ringraziato per l’accoglienza calorosa e amichevole che ha trovato a Casteldidone. “Ci siamo sentiti in famiglia – dice il presidente Spataro – e non potevamo che ricambiare con una performance di alto livello”. Che ha coronato una serata straordinaria.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti