Commenta

Pomì e il Consorzio Pomodoro
protagonisti a New York:
doppio stand nel Fancy Food

Per la prima volta nella sua storia Consorzio Casalasco del Pomodoro parteciperà con due stand in due padiglioni separati: uno dedicato esclusivamente all’attività copacking del Consorzio Casalasco del Pomodoro, , l’altro dedicato al marchio Pomì.

Il Consorzio Casalasco del Pomodoro e il brand Pomì parteciperanno dal 30 giugno al 2 luglio 2018 al Summer Fancy Food di New York, la più importante manifestazione fieristica del Nord America per il settore agroalimentare. La fiera ospiterà all’incirca 2.600 espositori tra produttori, importatori e distributori. L’area espositiva di 30.000 metri quadrati avrà un’esposizione di prodotti food &beverage di oltre 180.000 referenze.

La manifestazione alla sua 66° edizione rappresenta un appuntamento fondamentale sia per le aziende già presenti sul mercato nord americano, sia per quelle che hanno intenzione di entrarvi. Per la prima volta nella sua storia Consorzio Casalasco del Pomodoro parteciperà con due stand in due padiglioni separati: uno dedicato esclusivamente all’attività copacking del Consorzio Casalasco del Pomodoro, core business dell’azienda, dove si mostrerà la ricca gamma di prodotti a base pomodoro, salse e condimenti, zuppe, minestre, legumi, succhi di frutta e the nelle varie tipologie di pack e formato, l’altro uno stand completamente dedicato al marchio Pomì.

Negli Stati Uniti, Pomì è commercializzato e distribuito in maniera esclusiva su tutto il territorio statunitense dall’omonima società Pomi USA Inc , creata nel 2009. Oggi Pomì, con la sua gamma dedicata al mercato USA, è presente in circa 20.000 punti vendita in modo particolare nelle aree di New York, Florida, Carolina e California. L’edizione del Summer Fancy Food, quest’anno sarà l’occasione per la presentazione di un allargamento di gamma che prevede l’introduzione non solo di nuovi prodotti Pomì ma anche di nuovi pack e formati per rispondere sempre meglio alle richieste di un mercato in continuo sviluppo.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti