Commenta

Leva 2000, dura risposta da
Casalmaggiore: "Bellini si informi
prima di parlare per far bella figura"

se la dobbiamo dire tutta, le foto mostrano benissimo come i viadanesi erano pronti al preleva al Fura di Gussola a far scoppiare le loro 'bombe' e per dirla tutta inoltre la descrizione dell’immagine a noi inoltrata era: 'il ponte ve lo buttiamo giù'

CASALMAGGIORE – Una risposta dura da parte di un ragazzo della leva 2000 di Casalmaggiore all’assessore di Viadana Romano Bellini. Non è piaciuta la sua risposta e la sua difesa a spada tratta dei viadanesi a discapito di tutti gli altri, e per campanilismo. I ragazzi di Viadana non sono tutti agnellini, così come li dipinge l’assessore. La lettera è firmata.

“Sono un ragazzo di Casalmaggiore e sono costretto a rispondere alla quantità abnorme di inesattezze che sono state palesemente messe in bocca all’assessore viadanese Bellini riguardo la serata di domenica al locale “I Mercenari”. Intanto bisogna subito chiarire che il budget destinato alla serata dei Mercenari da parte di noi del territorio casalasco era pari a 0, esattamente gratis, senza usufruire di un pullman privato dato che in soli 30 minuti in bicicletta sull’argine maestro è stato possibile giungere a destinazione, quindi abbiamo già smentito la presunta accusa ovviamente rifilata a noi perché d’altronde Viadana è solo capace a scaricare le colpe ad altre città per queste cose.

Ma sbaglio o per la serata del preleva erano successi dei disguidi per quanto riguarda la sicurezza nella così tanto sicura e controllata città di Viadana, come fieramente fa notare l’assessore del sindaco? Tutto questo fa solo ridere e la cosa che ancora più non capisco è come faccia un assessore, presumibilmente sulla cinquantina, a capire le varie diatribe tra due paesi da sempre in conflitto per la quale annualmente i ragazzi neo diciottenni si “contendono” il titolo per i più casinisti.

Ma procedendo per punti intanto vorrei subito smentire le uscite poco decorose del solito assessore Bellini che nuovamente si mette in mostra dandoci un nomignolo alquanto buffo definendoci testualmente “3 gatti”, quando complessivamente siamo 92 persone ad aver partecipato alle serate di leva. Poi nuovamente accusa gente che proveniva da fuori di aver portato petardi ed altri ordigni, quando alla fine se la dobbiamo dire tutta, le foto mostrano benissimo come i viadanesi erano pronti al preleva al Fura di Gussola a far scoppiare le loro ‘bombe’ e per dirla tutta inoltre la descrizione dell’immagine a noi inoltrata era: ‘il ponte ve lo buttiamo giù’.

Ignoranza delle cose è ciò che si percepisce nell’uscita dell’assessore perché le notizie si possono pubblicare solamente se la fonte è vera e non basandosi sulle solite storie scarica-barile, astenendosi da qualsiasi fatto, quando anche i nostri cari coetanei viadanesi sanno benissimo le loro colpe, ma giustamente non le ammettono e si limitano a fare gli estranei come se loro quella serata non l’avessero mai vissuta.

Inoltre noi di Casalmaggiore ci siamo autogestiti molto tranquillamente senza l’ausilio di forze dell’ordine o altri enti come Carabinieri o polizia locale in quanto la Leva 2000 di Casalmaggiore si è contraddistinta per la grande civiltà mostrata e per il rispetto del proprio ambiente, ci siamo limitati solamente a divertirci senza incappare in guai e l’unico ‘sgarro’ è stata la scritta posta di fronte all’istituto Romani.

Tutto qui, evidentemente siamo giunti in un momento in cui pur di non avere colpe è giusto scaricare tutto nei confronti di altre città, perché evidentemente l’amministrazione viadanese non vuole occuparsi di ciò che è effettivamente successo. Ah, e casualmente il sindaco di Casalmaggiore Bongiovanni Filippo è stato chiaro nel commentare il nostro comportamento, infatti ha aggiunto il suo punto di vista riguardo l’articolo uscito nei giorni precedenti da Ogliopo News sulla leva di Casalmaggiore dei ragazzi del 2000 in questo modo:” Questi ragazzi li ho visti negli occhi e posso dire, con evidenza, che hanno la testa sulle spalle”.

Ora la domanda sorge spontanea: ma chi ha messo in bocca queste parole all’assessore Bellini? Ma soprattutto, perché mai dovrebbe spendere queste parole, talvolta sgradevoli e maleducate riguardo i nostri confronti? Ma di cosa si occupa quindi questa amministrazione? A dare contro alle altre città facendo finta di niente di ciò che è successo durante le serate da parte dei suoi cittadini? Tutti noi ragazzi speriamo che l’assessore Bellini si focalizzi più sull’ambiente viadanese e che pensi prima a risolvere i problemi a Viadana invece che perdere tempo a cercare di fornire alibi inutili solo per fare bella figura davanti ai lettori, incoscienti di quello che c’è dietro”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti