Commenta

Lavori all'immenso giardino
interno, Villa Sommi Picenardi
chiusa a data da destinarsi

Data da destinarsi, solitamente, lascia intendere un tempo abbastanza lungo: quello che emerge dalle prime indiscrezioni, comunque, è che Villa Sommi potrebbe riaprire per la prossima stagione turistica, ossia a marzo-aprile 2019.

TORRE DE’ PICENARDI – L’annuncio, poco prima di mezzogiorno di mercoledì, è stato dato dalla Pro Loco di Torre dè Picenardi, la stessa che assieme alla famiglia ha gestito le visite in queste settimane e in questi anni, in cui è stato creato un vero e proprio circuito, capace di rilanciare il territorio casalasco con le sue ville e i suoi castelli. Villa Sommi Picenardi, gioiello architettonico e pagina di storia del comune di Torre dè Picenardi, rimarrà chiusa a data da destinarsi.

Poche righe per dare una comunicazione importante, per gli appassionati d’arte e per i turisti, che dunque per un po’ dovranno fare a meno di questa interessante testimonianza storica. Il motivo? Improrogabili lavori al maestoso giardino di Villa Sommi, così viene specificato dalla Pro Loco, che si dice dispiaciuta della notizia non certo positiva, ma al contempo sottolinea come la priorità resti sempre la conservazione – parole del post su Facebook – di questi meravigliosi tesori storici e artistici. Data da destinarsi, solitamente, lascia intendere un tempo abbastanza lungo: quello che emerge dalle prime indiscrezioni, comunque, è che Villa Sommi potrebbe riaprire per la prossima stagione turistica, ossia a marzo-aprile 2019.

Tenendo conto che la stagione turistica in corso sta per esaurirsi e terminerà a fine ottobre, ecco che il sacrificio si riduce ad un mese e mezzo circa. Una scelta comunque doverosa e soprattutto saggia specie se Villa Sommi Picenardi, dopo questo restauro allo spazio verde, si mostrerà – come è giusto pensare – ancora più bella e maestosa. Ricordiamo che il grande giardino è uno dei punti di forza della Villa: si trova sul retro della stessa e, nella seconda metà del ‘700, furono i Picenardi, i marchesi proprietari, a creare uno dei primi esempi in Italia di giardino in stile inglese, con piante secolari, elementi architettonici e paesaggistici. A Torre dè Picenardi, in ogni caso, rimane un altro gioiello da visitare, quello del Castello di San Lorenzo, nell’omonima frazione del comune, nel quale le visite si tengono la domenica mattina come sempre alle ore 10 e alle ore 10.45 con tanto di guida al seguito.

G.G.

© Riproduzione riservata
Commenti