Commenta

Consorzio di Bonifica Navarolo,
approvato con soddisfazione
il bilancio di previsione 2019

Si ricorda che il Consorzio di Bonifica Navarolo provvede alla indispensabile attività di salvaguardia idraulica (bonifica) del comprensorio costituito da 25 comuni della zona Oglio -Po, ed assicura la possibilità di irrigazione

Nella seduta di giovedì 13 dicembre il Consiglio di Amministrazione del Consorzio di Bonifica Navarolo ha approvato il Bilancio di previsione per l’anno 2019. Il Presidente Guglielmo Belletti, unitamente ai Vice presidenti Luigi Ardenghi e Piercarlo Barilli ricorda che, contestualmente al Bilancio di previsione, vengono approvate anche le aliquote di contribuenza che saranno oggetto degli avvisi di pagamento in uscita nel 2019.

Il Consiglio di Amministrazione, sempre molto attento alla situazione socio-economica sia agricola che extra agricola del proprio comprensorio coincidente con l’Oglio-Po, ha approvato un bilancio di previsione che tiene conto del controllo dei costi, facendo in modo che le aliquote di contribuenza 2019, non subiscano aumenti rilevanti ma si attestino sul fisiologico adeguamento all’indice Istat, mantenendo comunque importanti investimenti sia sulle strutture che sull’adeguamento dei mezzi consortili.

Il Consorzio di Bonifica Navarolo – la cui struttura è guidata dal direttore generale ing. Marco Ferraresi e dal direttore amministrativo dr. Giampietro Lazzari – ha da alcuni anni intrapreso un importante implemento della progettualità investendo molte risorse sul territorio per garantire i servizi istituzionali di prosciugamento ed irrigazione. Sono di fatto evidenti molti interventi di manutenzione effettuati sul territorio nel 2018 sia per quanto riguarda la bonifica che l’irrigazione; fra i più rilevanti si segnalano: Sistemazione dei Canali Sorgive (nei comuni di, Viadana, Pomponesco e Dosolo), Frassinara, Brugnolo, Brugnolino (nel comune di Rivarolo del Re) e Valle Oneta (nel comune di San Martino dell’Argine)
Ripresa frane con posa pietrame nei canali Principale, Cavamento, Canale Diversivo Viadanese e Delmona in provincia di Mantova e nei canali Cavamento, Diversivo casalasco Gambalone e Cumola in provincia di Cremona. Sostituzione di pompa nell’impianto irriguo di Casalmaggiore avvenuta a cavallo dell’estate, ed altri ancora.

Un risultato soddisfacente per gli amministratori del Consorzio, eletti per il quinquennio 2018 – 2022 proprio l’anno scorso di questi giorni. Il consorzio si adopera anche per la manutenzione straordinaria delle proprie strutture (adeguamento degli impianti, dei canali demaniali e delle relative infrastrutture) ma in mancanza di finanziamenti dallo Stato o di altra provenienza non riesce ad intervenire contando solo sui fondi del proprio bilancio.

Si ricorda che il Consorzio di Bonifica Navarolo provvede alla indispensabile attività di salvaguardia idraulica (bonifica) del comprensorio costituito da 25 comuni della zona Oglio -Po, ed assicura la possibilità di irrigazione per le attività agricole.

Il presidente, in risposta ad alcune osservazioni mosse recentemente nei confronti del Consorzio, coglie l’occasione per chiarire che la suddivisione del tributo di bonifica tra immobili agricoli ed extragricoli è determinata sulla base di specifici indici tecnici ed apposita regolamentazione la cui applicazione garantisce la parità di trattamento fra tutti i consorziati come espressamente previsto nel vigente piano di classificazione degli immobili approvato a suo tempo dai competenti organi regionali.

Sottolinea inoltre che il Consorzio è istituzionalmente “vettore” delle acque, mentre la loro eccellenza o meno è demandata agli enti gestori della depurazione ed alle buone pratiche di tutti i cittadini.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti