Commenta

Ufficiale la via per i coniugi
Destri. Presto una piazza
a Vicobellignano per Linda Casali

Passando all’altra dedica che sarà formalizzata in futuro, Casalmaggiore ricorderà come detto anche Linda Casali. Qui occorrerà attendere il termine dei lavori e il collaudo del quartiere Parmigianino, in frazione di Vicobellignano.

CASALMAGGIORE – Una nuova via intitolata ufficialmente ai coniugi Giovanni, detto Giano, e Matilde Destri e una piazzetta, a Vicobellignano, che presto prenderà il nome di Linda Casali, scomparsa nel giugno 2016 a 60 anni e per anni assessore e poi consigliere in comune a Casalmaggiore. La prima notizia ha già i crismi dell’ufficialità. Di via Destri parlammo già lo scorso autunno, quando su spinta di alcuni ex studenti dei professori Giovanni Destri e Matilde Sarzi Sartori, si avviò l’iter procedurale per arrivare a questa dedica. Intervistammo anche il figlio Giulio, anch’egli professore, il quale si era detto profondamente commosso e felice per questa scelta che l’amministrazione comunale decise di percorrere fino in fondo, accogliendo l’istanza dei vecchi studenti.

La via sorge peraltro nella zona di via Cesare Pavese, via Elio Vittorini e via Umberto Saba, ossia là dove si ricordano i grandi poeti e letterati che hanno avuto a che fare, essendo stati di passaggio, proprio con Casalmaggiore. La lottizzazione I Girasoli, conclusa nelle scorse settimane e con le prime abitazioni già vendute, ha portato alla creazione di questa nuova strada, che dunque sarà dedicata ai due professori, idealmente a loro agio in mezzo a grandi nomi della letteratura italiana. Destri e Sarzi Sartori, peraltro, furono tra i primi difensori del Liceo Romani quando questo, tra il 1967 e il 1968, rischiò di scomparire o comunque di perdere pezzi importanti, che dovevano essere accorpati al Liceo Manin di Cremona. Invece alla fine Casalmaggiore non perse nulla e di fatto il nuovo Polo Romani, come oggi lo conosciamo, nacque lì, in quegli anni. I due coniugi si batterono poi a lungo anche per il destino dell’ospedale Oglio Po. La zona alberata, d’ora in avanti, ricorderà così il vecchio preside del Liceo Giovanni Destri, scomparso nel 2007, e la moglie Matilde, deceduta nel 2018.

Passando all’altra dedica che sarà formalizzata in futuro, Casalmaggiore ricorderà come detto anche Linda Casali. Qui occorrerà attendere il termine dei lavori e il collaudo del quartiere Parmigianino, in frazione di Vicobellignano, della quale proprio Casali era originaria: la giunta comunale però ha già accettato la proposta e dunque la piazza sarà intitolata, non appena possibile, all’ex assessore ai Servizi Sociali sotto la giunta Toscani per due mandati dal 1999 al 2009 e poi consigliere di minoranza nell’amministrazione Silla. Casali però iniziò il suo percorso amministrativo molto presto, risultando una delle prime donne a entrare in politica a Casalmaggiore e divenendo, eletta nelle liste della Democrazia Cristiana, nel 1980 assessore al Bilancio. Dopo una tornata amministrativa di sosta (nel 1985) per la maternità, venne eletta sempre con la DC nel 1990, mentre nel 1995 divenne consigliere comunale.

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti