Commenta

Bozzolo onora il Giorno della
Memoria: visita al cimitero e
relazione sulla comunità ebraica

Una fatica culturale e storico letteraria che chiarisce un arco temporale e storico di grande importanza. Valutata l’importante presenza ebraica bozzolese con la famiglia Segre, che annovera il premio Nobel, riunitasi tre anni fa proprio qui dagli States

BOZZOLO – Giornata della Memoria sentita e appassionata quella vissuta ieri dalla città di Bozzolo. Alla presenza dell’arciprete Don Luigi Pisani, del sindaco Giuseppe Torchio, del vice sindaco Giampaolo Bosi e del capogruppo di maggioranza Pierluigi Marcante, di Fortunato Gallico e della famiglia, di origine ebraica bozzolese, e di un buon gruppo di cittadini, è stata effettuata l’apertura del cimitero ebraico cittadino con l’intervento di Giuseppe Valentini, referente del gruppo di studi storici “per Bozzolo”. Dopo un excursus appassionante a livello storico, la visita alle tombe ed alla cappella ove sono conservate vestigia e ricordi della cospicua radice ebraica della città. Nel pomeriggio poi sala civica gremita per la presentazione della pubblicazione “Ed alla fine non rimase nessuno”, ricerca relativa alla presenza ebraica in Bozzolo, San Martino, Marcaria, Gazzuolo, con la relazione del Prof. Ermanno Finzi. Una fatica culturale e storico letteraria che chiarisce un arco temporale e storico di grande importanza. Valutata l’importante presenza ebraica bozzolese con la famiglia Segre, che annovera il premio Nobel, riunitasi tre anni fa proprio qui dagli States e da altri Paesi e le realtà ebraiche da scoprire e da recuperare.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti