Commenta

Rivarolo del Re, fiaccolata
per i fratellini indiani: tutto
il paese prega e spera per loro

La fiaccolata di domenica sera ha coinvolto un centinaio di persone: partita dalle scuole, ha percorso la via principale del paese per sostare davanti al municipio e infine chiudersi al salone dell’oratorio.

RIVAROLO DEL RE – Domenica sera attorno alle 19.30 la comunità di Rivarolo del Re si è stretta attorno ai tre fratellini protagonisti sfortunati del brutto incidente che li ha coinvolti nella giornata di giovedì. Su spinta del parroco don Giuseppe Allevi è stata infatti organizzata una fiaccolata con ritrovo nell’oratorio rivarolese per alzare al cielo una preghiera e un pensiero verso i tre bambini che lottano ancora per salvarsi.

Il più piccolo, in particolare, di 10 mesi appena, è ricoverato all’ospedale di Bergamo: brutte notizie erano arrivate sabato, quando addirittura si era parlato di decesso. In realtà il piccolo sta ancora lottando, pur essendo le sue condizioni molto gravi (è in coma). Il fratellino di 7 anni fatica a respirare ma è in condizioni leggermente migliori (era ricoverato al Niguarda di Milano), mentre la sorellina di 10 anni è ormai fuori pericolo dopo essere stata ricoverata in ospedale a Verona. I tre fratellini sarebbero stati ora riuniti a Bergamo dal più piccolo – anche per facilitare i contatti con i genitori e le visite – dopo che il trasferimento dei due bambini più grandi da Milano e Verona è stato giudicato dai medici possibile e senza rischi: manca tuttavia in questo senso una versione ufficiale di conferma.

La fiaccolata di domenica sera ha coinvolto un centinaio di persone: partita dalle scuole, ha percorso la via principale del paese per sostare davanti al municipio e infine chiudersi al salone dell’oratorio. Tutta la comunità rivarolese si stringe così attorno alla famiglia, con la mamma (anch’ella coinvolta nell’incidente) e il papà di origine indiana che attendono buone notizie dai tre diversi ospedali.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti