Commenta

Coldiretti Mantova: "Bene
il "rimpiattino" di ConfCommercio,
avanti insieme contro lo spreco"

Dal 2016 Coldiretti ha dato avvio alla campagna “Spreco zero”, che prevede la consegna a fine pasto di una “Agribag”, un contenitore per alimenti con il quale i clienti degli agriturismi potranno portarsi a casa ciò che rimane.

MANTOVA – Coldiretti Mantova plaude all’iniziativa di Fipe-Confcommercio Mantova sul “Rimpiattino”, il contenitore per il cibo che avanza al ristorante. Il circuito degli agriturismi di Terranostra Mantova, che aderisce a Coldiretti, dal 2016 ha dato avvio alla campagna “Spreco zero”, presentato alla Millenaria di Gonzaga di tre anni fa, che prevede appunto la consegna a fine pasto di una “Agribag”, un contenitore per alimenti dal design accattivante con il quale i clienti degli agriturismi potranno portarsi a casa ciò che rimane di colazioni, merende, pranzi e cene.

“Si tratta di una soluzione educativa contro lo spreco di cibo, che sta avendo successo – commenta Giuseppe Groppelli, presidente di Terranostra Mantova -. Chi viene in agriturismo cerca un’esperienza che mette al centro la campagna, i suoi prodotti, i cibi della tradizione e molto spesso condivide l’impostazione etica della cucina contadina, fatta di genuinità, di prodotti locali a chilometri zero, di ricette che fanno parte della cultura culinaria di un territorio e di una forte attenzione a contenere gli sprechi alimentari”.

Bene, dunque, che lo stesso atteggiamento di rispetto verso il cibo sia condivisa anche dai ristoranti di Confcommercio Mantova. La lotta allo spreco passa attraverso buone pratiche lungo la filiera e soprattutto in cucina. L’Osservatorio Waste Watcher dell’Università di Bologna stima in 100 grammi al giorno lo spreco pro capite di cibo, pari a circa 8,5 miliardi di euro l’anno potenzialmente recuperabili.
Gli sprechi alimentari – spiega Coldiretti – sono persi per il 54% al consumo, per il 21% nella ristorazione, per il 15% nella distribuzione commerciale, per l’8% nell’agricoltura e per il 2% nella trasformazione.

La Fondazione Campagna Amica ha presentato le misure per ridurre gli sprechi di cibo nelle nostre case attraverso un decalogo estremamente utile, sintetizzato di seguito.
1. Fai la lista della spesa
2. Procedi con acquisti ridotti e ripetuti nel tempo
3. Preferisci le produzioni locali e compra nei mercati a km 0
4. Controlla sempre l’etichetta
5. Prendi la frutta con il giusto grado di maturazione
6. Chiedi la family bag al ristorante per consumare a casa gli avanzi
7. Acquista seguendo la stagionalità dei prodotti
8. Non tenere insieme i cibi che consumi in tempi diversi
9. Separa le diverse varietà di frutta e verdura
10. Cucina con gli avanzi ricette antispreco

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti