Commenta

Il gran Carnevale di Roncadello
e Cicognara porta in piazza
cartoon e serie tv di grido

Da un cartoon molto apprezzato dai piccoli, Pj Masks, alla serie tv di grido “La casa di carta”, e ancora il carro dei giamaicani, quello degli emoticon e quello della Regina di cuori. GUARDA IL SERVIZIO TG DI CREMONA 1

RONCADELLO/CICOGNARA – Da un lato gli Amic di Roncadello, dall’altro la Bugada di Cicognara: due frazioni confinanti, che fanno parte di due comuni e addirittura due province diverse – Casalmaggiore e Cremona da un lato, Viadana e Mantova dall’altro – capaci di unire le forze da sempre, per regalare ai loro centri un momento indimenticabile e degno di essere vissuto anche da parte di chi arriva da fuori. Parliamo del Carnevale: sì, perché Roncadello e Cicognara sono, in questi giorni, una sorta di piccola Viareggio o, per restare più vicini al Casalasco, una piccola Busseto.

I volontari delle due associazioni lavorano alacremente, dividendosi i compiti, per realizzare carri allegorici che poi sfilano sia in frazione sia nel centro, come avverrà il 10 marzo, ad esempio, a Casalmaggiore. Prima però, giustamente, le due frazioni terranno per sé l’esclusiva della prima uscita dei carri, realizzati con un lavoro certosino, tanta pazienza e ancora più passione, dai volontari, che si sono ritrovati, da diverse settimane, in alcuni capannoni di Casalmaggiore e di Roncadello per comporre i grandi protagonisti della sfilata. Diversi i temi, per un pubblico eterogeneo: da un cartoon molto apprezzato dai piccoli, Pj Masks, alla serie tv di grido “La casa di carta”, e ancora il carro dei giamaicani, quello degli emoticon e quello della Regina di cuori.

Alle ore 14 di domenica 3 marzo Roncadello si colorerà dunque con le cromie tipiche di Carnevale per un momento di festa dedicato ai bambini: dopo di che il Carnevale di Roncadello e Cicognara, che proprio in queste frazioni sfilerà domenica, con uno stand gastronomico a base di dolci tipici del periodo e un altro invece più legato alla tradizione nostrana – con polenta fritta, gnocco fritto, salumi e lambrusco – si trasferirà nei due centri dei comuni di riferimento: ossia Viadana in piazza Manzoni martedì 5 marzo alle ore 14.30 e Casalmaggiore in piazza Garibaldi, in collaborazione con la Pro Loco, domenica 10 marzo sempre alle ore 14.30. Un momento, anzi più momenti, in cui in poche ore si svelerà il lavoro di mesi: ma come sempre – guardando i sorrisi dei volontari – ne sarà valsa la pena.

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti