Ultim'ora
2 Commenti

Identità Gussolese, ecco i
candidati Massimo Rossini e
Giuseppe 'Ciascöl' Allodi

Allodi: "Non ho mai avuto e mai avrò una tessera di partito perché credo che per amministrare un paese come Gussola servano esclusivamente buona volontà, sacrificio e tanto buon senso. Voglio semplicemente contribuire al bene della comunità"

GUSSOLA – Prosegue la presentazione dei candidati di Identità Gussolese, lista capitanata da Miriam Voltini che sarà opposta nelle elezioni amministrative di quest’anno alla lista del sindaco uscente Stefano Belli Franzini. E’ il turno di Massimo Rossini e Giuseppe Allodi.

Massimo Rossini, nato il 25.01.1976. Titolo di studio: Diploma in elettronica industriale conseguito all’ I.T.I.S. di Cremona. “Vivo in questo paese da 43 anni e da circa 20 lavoro presso Anghinetti & Camptel. Dal 2010 sono sposato con Federica. Ho iniziato ad avvicinarmi alla politica tesserandomi a Casapound Italia oramai da qualche anno, occupandomi soprattutto di questioni sociali a favore degli italiani e volontariato. Ritengo che Gussola e i suoi abitanti meritino una classe politica giovane e motivata, attenta ai bisogni dei cittadini. Per questa ragione e per l’amore che provo per il mio paese voglio garantire, tramite la mia candidatura, il massimo impegno nelle istituzioni comunali per far crescere e migliorare il nostro paese”.

Giuseppe Allodi, detto Ciascöl, nato il 26/02/1959. “Dopo 43 anni di lavoro in un’importante azienda del nostro territorio, raggiunta la pensione, ho deciso di dedicare il mio tempo a servizio della comunità. Oltre all’impegno in ambito sociale, che svolgo con grande soddisfazione, sono dirigente nella società sportiva di pallavolo femminile. È per me motivo di orgoglio farne parte e ci tengo a sottolinearlo, in quanto credo fortemente nei valori dello sport e dello spirito di appartenenza. Ho deciso di candidarmi come consigliere nella lista Identità Gussolese perché sono convinto della validità del progetto che portiamo avanti ormai da diversi mesi. Conosco le dinamiche politiche gussolesi e certi attacchi dei soliti noti subiti in questo periodo sono la conferma di quanto la nostra proposta sia valida. Non ho mai avuto e mai avrò una tessera di partito perché credo che per amministrare un paese come Gussola servano esclusivamente buona volontà, sacrificio e tanto buon senso. Voglio semplicemente contribuire al bene della comunità, aiutandola a crescere in ogni ambito, dal rispetto del territorio alla partecipazione attiva dei cittadini. Sarò in prima linea per raggiungere questi obiettivi. Sarò in prima linea per la nostra Identità Gussolese”.
redazione@oglioponews.it

 

© Riproduzione riservata
Commenti