Un commento

Tra gli oggetti recuperati
dai Cc di Guastalla chitarre,
borse e non solo: ecco l'elenco

E’ probabile che gli oggetti arrivino da una zona tra Emilia e Lombardia, non troppo circoscritta a dire il vero, e che in particolare siano state rubate nelle province di Reggio Emilia, Parma, Modena, Bologna, Cremona e Mantova.

Sono parecchie, e tutte di ottima fattura, le chitarre recuperate dai Carabinieri di Guastalla guidati dal Maggiore Luigi Regni. Questi hanno convocato una conferenza stampa, anche per rendere noto il ritrovamento del materiale e rintracciare i legittimi proprietari. E’ probabile che gli oggetti (chitarre ma non solo come vedremo) arrivino da una zona tra Emilia e Lombardia, non troppo circoscritta a dire il vero, e che in particolare siano state rubate nelle province di Reggio Emilia, Parma, Modena, Bologna, Cremona e Mantova.

Di seguito ecco l’inventario del materiale recuperato (chi riconoscesse uno degli oggetti rubati può rivolgersi ai Carabinieri di Guastalla per riconoscimento e recupero):
N. 1 chitarra Fender Stratocaster di colore nero avente seriale n. MX13446944.
N. 1 chitarra Fender Stratocaster di colore nero avente seriale n. MZ7206693.
N. 1 chitarra Epiphone di colore nocciola/marrone avente seriale n. 10081503348.
N. 1 chitarra Fender Precision Bass di colore nero avente seriale n. MX12102222.
N. 1 chitarra Hofner B-Bass Hi-Series di colore nocciola.
N. 1 chitarra Ibanez di colore nocciola/marrone avente seriale n. V300BS.
N. 1 borsa Louis Vuitton avente matricola TH2058 con portafogli.
N. 1 borsa grande Gucci avente seriale 105669-492783.
N. 1 macchina fotografica Canon EOS 1000D + zoom 75×300 mm.
N. 1 chiave veicolo Mini Cooper.
N. 1 chiave autoveicolo Ford.
N. 1 orologio Fossil.
N. 8 banconote straniere.
N. 3 mazzi di chiavi per abitazione.
N. 1 paia di scarpe Gucci di colore bianco avente seriale n. 283115-11.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • Serial Keeper

    Ciao a tutti, volevo informarvi che per evitare problemi di questo genere da chiunque può iscriversi gratuitamente su http://www.serialkeeper.com e registrare gli oggetti che possiede (per non perdere il numero di serie) e quelli che gli sono stati rubati (per renderli pubblici e permettere, come in questo caso, di farveli restituire dalle forze dell’ordine. Visitate il sito per maggiori informazioni.
    Grazie