Cronaca
Commenta

Martignana, strada della Mora, cumuli di rifiuti abbandonati dietro la Centrale elettrica

"Sono al corrente da anni - spiega Gozzi - che quella zona abbandonata è facile scarico rifiuti. E' un'area privata, avevamo già scritto alla proprietà anni fa, tocca a loro smaltire. Andremo ancora una volta a verificare: se situazione è peggiorata faremo un'ordinanza"

MARTIGNANA DI PO – Una vera e propria discarica a cielo aperto in cui, tra gli altri rifiuti, spiccano lastre sospette, probabilmente fibrocementoamianto quella che ci è stata segnalata nei giorni scorsi da alcuni residenti del comune preoccupati della massa – importante – di rifiuti che giacciono lontano da occhi indiscreti. Un campo (di pertinenza privata ma senza alcun tipo di sbarra, recinzione o di divieto visibile) raggiungibile dalla strada laterale alla centrale elettrica che sorge a 200 metri dalla provinciale 343 R Asolana, in strada provinciale della Mora.

Vecchi pneumatici abbandonati, plastica e sacchi di rifiuti e cumuli di residui di lavorazione edile, abbandonati da chissà quanto tempo. Già in passato, come ci spiega il sindaco Alessandro Gozzi, l’area era stata fatta oggetto di attenzioni da parte dell’Amministrazione ben consapevole che quel campo che sorge dietro la centrale, abbastanza lontano da occhi indiscreti ma abbastanza vicino per poter essere raggiunto dagli imbecilli di turno, è una vera discarica.

“Sono al corrente da anni – spiega Gozzi – che quella zona abbandonata è facile scarico rifiuti. E’ un’area privata, avevamo già scritto alla proprietà anni fa, tocca a loro smaltire. Andremo ancora una volta a verificare: se la situazione è peggiorata faremo un’ordinanza sindacale per obbligarli a smaltire”.

Dopo lo smaltimento – e per evitare che l’area possa essere raggiunta – potrebbe essere sufficente sbarrarne l’accesso. Di certo non si ridurrebbero gli idioti che inquinano, ma forse basterebbe per rendere inaccessibile loro l’area di scarico.

Nazzareno Condina

© Riproduzione riservata
Commenti