Sport
Commenta

Palestrina indoor, assegnati il progetto e la direzione lavori all'ingegner Fabio Finazzi

Come noto, Regione Lombardia ha finanziato il raddoppio della stessa con 150mila euro, ma il progetto ha un valore di 400mila euro: la cifra rimanente è stata messa a disposizione dall’Interflumina, mediante gli sponsor della stessa società sportiva.

CASALMAGGIORE – Ulteriore passo avanti a Casalmaggiore per il prolungamento della palestrina indoor, gestita dall’Atletica Interflumina, che verrà raddoppiata e a quel punto potrà ospitare anche gare di carattere interregionale, come accade in pochi altri impianti d’Italia. La determina 209 del 19 febbraio scorso, pubblicata nelle scorse ore all’albo pretorio del comune casalese, stabilisce infatti il servizio di progettazione esecutiva, la direzione lavori e il coordinamento della sicurezza per quanto concerne le operazioni da realizzare alla palestrina.

Come noto, Regione Lombardia ha finanziato il raddoppio della stessa con 150mila euro, ma il progetto totale fa lievitare la spesa a 400mila euro: la cifra rimanente è stata messa a disposizione dall’Atletica Interflumina, che ha chiesto l’intervento e ha inoltrato la richiesta con la sponda del comune di Casalmaggiore, mediante gli sponsor della stessa società sportiva. Il servizio di progettazione esecutiva, la direzione lavori e il coordinamento della sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione dei lavori sono tutti stati affidati, per una cifra complessiva di poco superiore ai 38mila euro, all’ingegnere bergamasco Fabio Finazzi, con studio a Grumello del Monte.

Un passaggio formale necessario per poter sbloccare l’intera operazione, con i lavori che potrebbero entrare nel vivo tra la fine della primavera e l’inizio dell’estate, quando lo sport indoor, con la bella stagione, anche nell’atletica leggera lascia spazio all’attività all’aria aperta. La palestrina negli ultimi weekend ha intanto ospitato i migliori atleti della provincia di Cremona per i Campionati Indoor Provinciali riservati alle categorie Ragazze e Ragazzi e poi Cadette e Cadetti.

Come Carlo Stassano, presidente Interflumina, ha chiarito a suo tempo il raddoppio della struttura consentirà di realizzare, dalla prossima stagione invernale 2019/2020, gare di Velocità piana (m. 60) ed Ostacoli (m. 60 hs), oltre a Salto con l’Asta, Salto in Alto e Lancio del Peso, anche di spessore Interregionale, Giovanile ed Assoluto, oltre che a permettere di sviluppare allenamenti quotidiani per gli atleti, sempre in crescita numerica, nella massima sicurezza e serenità.

G.G.

© Riproduzione riservata
Commenti