Commenta

"La campagna elettorale
degli slogan". Ultimo appello
al voto per il Listone

Domenica potremo davvero liberare tutta l’energia di un gruppo di giovani che sta dimostrando da anni l’impegno e la passione incondizionata per la propria città, a sostegno di un uomo libero e forte. Buon voto

CASALMAGGIORE – “È stata la campagna elettorale degli slogan”. parte così il comunicato stampa conclusivo della Campagna elettorale del Listone che lancia l’ultimo appello di voto prima del silenzio elettorale.

“Abbiamo assistito giorno dopo giorno ad accuse infondate o parziali. Vorrei partire dal tema sicurezza, cavallo di battaglia di Bongiovanni: in 5 anni non solo non è stato realizzato un progetto di videosorveglianza, non solo non si è voluto impegnare volontari o forze dell’ordine in pensione nell’attraversamento degli alunni dalle scuole, liberando la Polizia Locale per attività sul territorio come da noi proposto, ma addirittura non si è voluto nemmeno attuare un progetto sicurezza presentato dal Listone che avrebbe permesso una collaborazione reale e stretta col comune di Viadana.

Questione infrastrutture e servizi fondamentali: è palese l’atteggiamento troppo molle del Sindaco che proprio in virtù della carica che ricopre avrebbe dovuto quantomeno esercitare un ruolo di forza e pressione continua su Regione (del suo stesso colore) e Stato. Se sono serviti due comitati addirittura per aprire i bagni della Stazione di Casalmaggiore, evidentemente quel coraggio e quella decisione sono proprio mancati.

È perciò davvero preoccupante che lo stesso ora definisca “tre vecchi democristiani” i 3 ex sindaci che rappresentano assieme a Carlo Rotelli, la storia della nostra città, perché con essi si offende anche la volontà popolare dei cittadini che li hanno portati a divenire amministratori ed il lavoro audace che li ha sempre contraddistinti.

Forse è bene ricordare al Sindaco che questi “tre vecchi democristiani” non si sono limitati alla gestione ordinaria del comune, ma hanno attuato scelte coraggiose e forti, spesso di una lungimiranza straordinaria. Basti pensare al progetto di ponte sopraelevato presentato pochi giorni fa dal Ministro Toninelli, identico a quello realizzato da Massimo Araldi nel lontanissimo 2000: uomini visionari in grado di guardare avanti 20 anni.

Se dovessi esprimere un ricordo più nitido di questi 5 anni, direi sicuramente le fantasiose idee urbanistiche: strada e parcheggio all’interno di parchi pubblici che sono polmoni verdi, traffico veicolare in Piazza Vecchia, rotonde davanti al Duomo e alla Polizia Locale ne sono un esempio, tutti progetti approvati da questa giunta all’interno del PUT. Addirittura una bel progetto di rigenerazione urbana completamente stravolto in Via Baldesio è riuscito a scontentare anche chi ne era promotore e sono state presentate 5 raccolte firme contro altrettanti progetti.

Questa domenica potremo decidere chi ci rappresenterà per i prossimi 5 anni. Chi griderà con forza i nostri diritti a poter recarci dignitosamente nei luoghi di studio e lavoro, al non dover partorire in casa come negli anni ’30. Potremo finalmente coinvolgere i cittadini nelle decisioni e renderli partecipi nelle scelte amministrative.
Domenica potremo davvero liberare tutta l’energia di un gruppo di giovani che sta dimostrando da anni l’impegno e la passione incondizionata per la propria città, a sostegno di un uomo libero e forte. Buon voto!”

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti