Commenta

Assistenza veterinaria gratuita
per i cani di chi ha reddito
basso: la proposta di Piloni (Pd)

In Lombardia sono più di un milione e 800mila gli animali domestici registrati all’anagrafe. "Il Veneto - aggiunge Piloni - ha già avviato un progetto pilota ed è importante che anche la nostra regione abbia deciso di agevolare il rapporto con gli animali da compagnia".

MILANO – Assistenza veterinaria gratuita per la cura degli animali d’affezione i cui proprietari rientrano in una fascia socio-economica debole. È questa l’osservazione al  “Piano regionale integrato della Sanità pubblica veterinaria 2019-2023”, presentata  dal consigliere regionale PD Matteo Piloni e recepita nel  Piano approvato oggi in aula. “Più del 40% delle famiglie italiane – spiega Piloni – ospita un animale d’affezione e almeno il 17% rinuncia alle cure mediche perché troppo costose.  In media per un cane  si spendono 200 euro all’anno per vaccini e profilassi mentre per un gatto, servono più di 250 euro all’anno fra alimentazione, farmaci e servizi veterinari”.

In Lombardia sono più di un milione e 800mila gli animali domestici registrati all’anagrafe. “Il Veneto – aggiunge Piloni – ha già avviato un progetto pilota ed è importante che  finalmente anche la nostra regione, su nostra sollecitazione, abbia deciso di agevolare il rapporto con gli animali da compagnia. Si tratta di una buona politica per migliorare la qualità della vita delle persone, garantire la salute pubblica e combattere  gli abbandoni e la riproduzione incontrollata”. “Ora tocca alla giunta – conclude Piloni – approvare, in tempi brevi, un apposito regolamento per concretizzare questa iniziativa che avevamo già proposto in occasione della sessione di bilancio lo scorso dicembre a cui la giunta, ad oggi, non ha dato seguito. Inserendolo nel piano di sanità veterinaria l’obiettivo non può essere disatteso”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti