Commenta

Bimbinbici: la carica
dei 200. E a Gussola
la festa raddoppia

Per i più piccoli maglietta e gadget, un campanello con l'adesivo della Fiab, e per tutti il cartellino della bimbinbici per il proprio mezzo a due ruote. Ora, legato alla città dei bambini, resta solo l'appuntamento del 7 giugno in piazza Turati

CASALMAGGIORE – Tutto è andato per il verso giusto, a partire dal sole che ieri mattina ha accompagnato l’edizione 2019 della Bimbinbici, uno dei momenti centrali de ‘La città dei Bambini’. 200 i partecipanti che, grazie a Fiab Oglio Po e all’impegno di Gianfranco Feudatari, oltre a quello del Comitato Slow Town hanno potuto vivere una bella esperienza, vivendo una festa – la bimbinbici – con conclusione in un’altra festa – il Baby Asino Day del Centro Natura Amica di Gussola – in tutta sicurezza. Fondamentale, in questo senso, l’apporto dei genitori, dei volontari della FIAB, degli uomini della Polizia Municipale di Casalmaggiore e del personale della Croce Rossa in ambulanza e in bicicletta.

200 prodi. La più giovane che ha concluso il percorso in bici Amanda Artoni, 4 anni appena, seguita dalla mamma e dal papà. Tantissimi i bambini che si sono divertiti nell’affrontare il percorso arginale da piazza Garibaldi e via Baldesio sino a Martignana Po (San Serafino) per una prima tappa e poi arrivo in località Valloni nella golena di Gussola. Poi – grazie all’aiuto dei volontari del Centro Natura Amica – pranzo convezionato a prezzo popolare (qualcuno ha pranzato al sacco ed una 20ina di persone è rientrata a casa dopo un breve ristoro a Gussola) e giochi pomeridiani prima di riprendere la strada verso casa.

Per i più piccoli maglietta e gadget, un campanello con l’adesivo della Fiab, e per tutti il cartellino della bimbinbici per il proprio mezzo a due ruote. Ora, legato alla città dei bambini, resta solo l’appuntamento del 7 giugno in piazza Turati. Ve ne parleremo più diffusamente nei prossimi giorni: è un’iniziativa legata alla raccolta fondi per il parco di via Italia. Inizialmente si era pensato all’altalena per i più piccoli ma per quella ci penserà uno sponsor che si è offerto di pagarla (anche di questo vi parleremo). I soldi raccolti nell’apericena musicale dal Tato serviranno per l’acquisto di altri arredi per il parco stesso.

N.C.

© Riproduzione riservata
Commenti