Commenta

Vappina nella sede di Bongiovanni:
un abbraccio e quel coro,
il momento di massimo fair play

E’ seguito un abbraccio molto sincero tra i due, dopo di che in maniera altrettanto spontanea i vari sostenitori di Bongiovanni, tra cui alcuni membri della giunta uscente, hanno scandito un coro: “Fabrizio, Fabrizio, Fabrizio”. GUARDA IL VIDEO DI IVAN RUSSO

CASALMAGGIORE – Il momento più bello della serata che ha confermato Filippo Bongiovanni come sindaco di Casalmaggiore è stato senza dubbio quello delle congratulazioni da parte di Fabrizio Vappina: il candidato di Casalmaggiore la Nostra Casa e del Listone, che non a caso arriva dal mondo del rugby dove il fair play è di casa, non si è limitato a una semplice telefonata di rito di complimenti, ma ha deciso di arrivare nella sede elettorale di Bongiovanni in via Saffi, dove lo stesso sindaco assieme ai suoi stava festeggiando.

A quel punto gli sfottò (“chi non salta comunista è”) si sono subito interrotti e la folla, con Giuseppina Mussetola che ha chiesto spazio proprio per il candidato uscito sconfitto, si è aperta per fare passare Vappina, che ha subito stretto la mano a Bongiovanni: “Filippo, bravo!” ha detto Vappina. E’ seguito un abbraccio molto sincero tra i due, dopo di che in maniera altrettanto spontanea i vari sostenitori di Bongiovanni, tra cui alcuni membri della giunta uscente, hanno scandito un coro: “Fabrizio, Fabrizio, Fabrizio”. Un momento positivo dopo due settimane accese e ricche di veleno, più tra candidati consiglieri di ambo le sponde che tra i due candidati sindaco. Bongiovanni si è lasciato andare ad un “Fabrizio è uno di noi” non del tutto vero, politicamente parlando, ma che ha sintetizzato un incontro di pace dopo giorni di battaglia. GUARDA IL VIDEO DI IVAN RUSSO

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti