Commenta

Sabbioneta, il cantiere
del Teatro all'Antica avanza:
sarà terminato a ottobre

La parte assieme più spettacolare e delicata sarà quella dello scoperchiamento del tetto, che dovrebbe avvenire - compatibilmente col meteo - a metà di luglio. Il cantiere dovrebbe chiudersi, salvo imprevisti, a ottobre. GUARDA IL SERVIZIO TG DI CREMONA 1

SABBIONETA – Partito il giorno dopo le elezioni, eredità dell’amministrazione di Aldo Vincenzi e ora in mano alla giunta di Marco Pasquali, il cantiere per il Teatro all’Antica di Sabbioneta prosegue. Un teatro che rappresenta un vero e proprio gioiello, primo teatro europeo stabile realizzato in un edificio appositamente costruito, e per questo inserito nell’associazione dei grandi teatri storici europei, come ha certificato la visita nei giorni scorsi di Benedetta Diamanti, vicepresidente del club stesso, che Sabbioneta ha contribuito a fondare. Un teatro però mai ristrutturato con un intervento così invasivo dalle sue origini, ossia da quando venne edificato dall’architetto Vincenzo Scamozzi tra il 1588 e il 1590.

Il 27 maggio, come detto, il cantiere da 390mila euro è partito e ora è terminata la fase della posa dei ponteggi esterni. La parte assieme più spettacolare e delicata sarà quella dello scoperchiamento del tetto, che dovrebbe avvenire – compatibilmente col meteo – a metà di luglio. Il cantiere dovrebbe chiudersi, salvo imprevisti, a ottobre. E’ in rete un video, realizzato dalla ditta Renato Perico di Bergamo, che ha vinto l’appalto, che prevede prevalentemente l’adeguamento sismico del Teatro all’Antica. Un video che mostra una sorta di dietro le quinte e lascia comprendere anche la difficoltà delle operazioni, avendo a che fare con un pezzo di storia rinascimentale, da “toccare” con le dovute cautele.

In questo periodo la viabilità del centro, in zona del Teatro appunto, sta subendo qualche disagio, ma si tratta comunque di un periodo “felice”, per così dire, non essendo Sabbioneta – con questo caldo – troppo affollata a livello di veicoli e traffico, mentre il comune ha deciso di prolungare la validità dei biglietti di ingresso al teatro per un anno, così che chi non riuscirà a visitarlo causa lavori potrà tornare senza sovrapprezzi nei prossimi mesi.

Non è tutto: tra un mese (“non è stato possibile farlo prima perché la precedente amministrazione aveva nicchiato sulla questione” spiega il sindaco Marco Pasquali) potrà essere utilizzato un visore di realtà aumentata per ammirare il teatro in tutto il suo splendore. Uno strumento che resterà poi a disposizione per sempre, ma che sarà molto utile soprattutto in questi mesi e fino a ottobre, quando l’edificio non sarà appunto visitabile fisicamente.

G.G.

© Riproduzione riservata
Commenti