Un commento

Da Casalmaggiore a Crotone
in Vespa: a settembre iniziativa
a favore dei bambini oncologici

CASALMAGGIORE – Partiranno in tre, da Casalmaggiore alla volta di Crotone. Più un mezzo di supporto, un’officina mobile pronta all’uso nel caso dovesse servire. Salvatore Guido, Francesco Pizzo e Marco Vezzoni, detto il Momo. La moglie del Momo, Rosy, seguirà il gruppo in furgone. Partenza il 31 agosto alle 5 del mattino da piazza Garibaldi, prima tappa a Fermo (495 km), seconda a Matera e terza tappa a Crotone. I mezzi usati? Una Vespa VBB del ’61, 150 cavalli di cilindrata, un vespino 50 ed una lambretta 125. Velocità di crociera 50 km l’ora, tutta per strade normali: via Emilia, Statale 16, Provinciale 106. La sera saranno ospitati dai vespa club delle città di arrivo. Saranno 8/9 ore di viaggio al giorno salvo imprevisti. Una bella sfida.

E’ un po’ di tempo che Salvatore Guido – uomo della polizia municipale di Casalmaggiore – ha in mente questo viaggio. Ma è la ‘mission’ che è speciale. Tutto quanto raccolto tramite sponsor andrà infatti a finanziare l’associazione ‘Noi per Loro’. Noi per Loro è un’associazione che dal 1984 è al fianco delle famiglie dei bambini ricoverati e del personale medico ed infermieristico del reparto di Oncoematologia Pediatrica dell’Ospedale Maggiore di Parma. Un’associazione che si occupa di piccoli affetti da tumore. Piccoli che stanno lottando insieme alle loro famiglie contro un male terribile.

“Ho pensato subito a loro – ha spiegato Salvatore Guido – perché ho avuto amici che hanno avuto figli con questo problema e seguo da anni l’associazione”. La Traversata dell’Italia è dedicata a Roberto Aguzzi: “Era anche lui un amante della Vespa, e son sicuro che sarebbe venuto volentieri con noi”. Il gruppo avrebbe dovuto essere composto da 5 vespisti, poi due per problemi di lavoro si sono ritirati. “Abbiamo deciso di non aprirla ad altri partecipanti perché altrimenti avremmo dovuto chiedere permessi per ogni città attraversata e perché sono tutti mezzi datati, e non è detto che non ci siano problemi meccanici. Quando torneremo studieremo di certo altre iniziative per gli appassionati di Vespa”.

La consegna di quanto raccolto tramite sponsor avverrà subito dopo il ritorno. I soldi verranno consegnati all’associazione. Al reparto verrà regalata una piccola Vespa radiocomandata, un gioco in più a disposizione dei bimbi. La consegna verrà effettuata insieme alla moglie del compianto Aguzzi. “E se sarà possibile – conclude Salvatore Guido – proporremo di andare lì in vespa e far fare qualche giro ai bambini che lo potranno fare”.

Sponsor dell’iniziativa Carrozzeria Chiari, bar ristorante ‘da Diego’, Stabili, Calzificio Genny, pizzerie Bella Napoli, Cervo di Rosa Pietro e figli, bar ‘Il Conte’, Hobby pesca e acquari, Liston Bar, autoscuola Ghizzardi, Cantini, FG Casalcopy, Metalser, Frama ricambi, Paneriso, Lavasecco Nuovo Metodo, Estetica Patty e Storti Trasporti Pesanti.

Seguiremo tappa per tappa il viaggio dei tre avventurieri. E lo seguiremo ancor più con gioia proprio pensando a quello splendido fine a cui la sfida in vespa è legata. Il conto alla rovescia è iniziato. Una bella e pazza impresa, fatta di testa e di cuore. Di cuore, soprattutto.

Nazzareno Condina

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Giovanni

    …..non sono i primi e non saranno neanche gli ultimi….si spera. A Crotone dovrebbe esserci un signore originario di Trieste che anni fa la fece in moto anche lui,altri poi arrivarono al nord con la vespa (…. quando ancora le strade erano poco trafficate e ed anche poco permissive…) purtroppo molti sono passati a miglior vita visto la loro anzianità… Buon viaggio e buona vespa a tutti…