Commenta

Carro bisarca deraglia
a Piadena Drizzona: secondo
episidio simile in tre mesi

Essendo una manovra in retro, come detto, la velocità del mezzo era ridotta, il che ha evitato guai peggiori e ferimenti. Non però il danneggiamento del binario e l’uscita dell’ultimo vagone del lungo treno.
Nella foto il treno deragliato il 27 aprile scorso

PIADENA DRIZZONA – La prima volta si era verificata non più tardi di tre mesi fa: un tonfo sordo, per fortuna nessun ferito, ma un episodio davvero singolare e assai pericoloso, ossia il deragliamento di un treno merci in uscita dalla stazione ferroviaria di Piadena Drizzona. Questa volta, sabato attorno alle 10.30, il bis decisamente sgradito. E non solo per il grande fragore che ha provocato non poca apprensione in zona e tra i residenti di Borgo Fornace in particolare.

E’ infatti evidente che qualcosa non va: dopo l’episodio del 27 aprile un altro treno merci, questa volta un carro bisarca che trasportava autovetture, molto più lungo del precedente, è uscito dai binari dopo avere manovrato in retromarcia, colpendo proprio la parte conclusiva del binario morto, il sesto per la precisione nella stazione di Piadena Drizzona. Essendo una manovra in retro, come detto, la velocità del mezzo era ridotta, il che ha evitato guai peggiori e ferimenti. Non però il danneggiamento del binario e l’uscita dell’ultimo vagone del lungo treno. Il 27 aprile deragliarono invece due vagoni nel complesso, vicini tra loro. Dopo una situazione di calma apparente, ecco che questi due episodi ravvicinati in tre mesi non possono lasciare tranquilli.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti