Commenta

Crisi di governo, risvolti
locali. Anche Viadana
al voto già a ottobre?

Come infatti spiegava la lettera del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, dopo la morte del sindaco Giovanni Cavatorta, le elezioni devono tenersi alla prima data utile.

VIADANA – Viadana al voto, in via eccezionale, in autunno? E’ questa la prospettiva aperta dalla crisi di Governo, che dunque ha risvolti anche sull’orizzonte locale e non solo su quello nazionale. Come infatti spiegava la lettera del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, giunta al comune di Viadana a fine maggio, pochi giorno dopo la morte del sindaco Giovanni Cavatorta, le elezioni devono tenersi alla prima data utile.

Questo significa che, se davvero si dovesse tornare alle urne per le Politiche subito dopo l’estate (una delle date delle quali si parla con insistenza è quella di domenica 13 ottobre), ecco che pure Viadana anticiperebbe i tempi. Avremmo dunque elezioni autunnali e non nella più consona finestra primaverile, che resterebbe invece valida, nel caso in cui le elezioni Politiche fossero rimandate a data da destinarsi. Nel primo caso il tempo dell’ordinaria amministrazione da parte della giunta attualmente in carica sarebbe chiaramente anticipato già a partire dal prossimo settembre.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti