Commenta

Morto a sette mesi dall'incidente:
il piccolo Punjt Singh non ce
l'ha fatta. Donate le cornee

"Con immenso dolore tutta la cittadinanza e l'Amministrazione Comunale si unisce al dolore che colpisce una famiglia della nostra comunità" ha commentato il sindaco rivarolese Luca Zanichelli.

RIVAROLO DEL RE – E’ spirato all’ospedale di Bergamo, dove era ricoverato in seguito al grave incidente d’auto di Rivarolo del Re del 24 gennaio scorso, il piccolo Punjt Singh, poco meno di un anno e mezzo. Il bambino, che all’epoca aveva appena poco più di 10 mesi, viaggiava a bordo della Fiat Punto guidata dalla mamma, insieme alla sorellina e al fratellino. L’auto si era scontrata con una Renault Captive mentre transitava sulla provinciale 42. Il piccolo era stato trasportato in gravissime condizioni in elisoccorso all’ospedale orobico; meno gravi gli altri due, di 7 e 10 anni.

Secondo la ricostruzione della Polstrada di Casalmaggiore, la Punto avrebbe cercato di attraversare la provinciale 42, proveniente da strada Pacifico (Breda Azzolini) verso via Balilla non avvedendosi dell’arrivo da Villanova (in direzione incrocio Consorzio del Pomodoro) di una Renault Captive condotta da una donna di Casteldidone. L’impatto era stato molto violento e la Punto sbalzata nel fosso attiguo alla via Balilla.

Ora, dopo sette mesi di sofferenze, il tragico epilogo per la giovane vita. “Con immenso dolore tutta la cittadinanza e l’Amministrazione Comunale si unisce al dolore che colpisce una famiglia della nostra comunità – ha commentato il sindaco rivarolese Luca Zanichelli -. Che gli Angeli accolgano un Angioletto che prematuramente ha lasciato la vita terrena. Abbracciamoci tutti attorno alla famiglia e in particolar modo alla mamma oltre che ai due fratellini miracolosamente salvi da quel terribile incidente. Onore al gesto immenso della donazione delle cornee del piccolo da parte della famiglia. Noi pregheremo per te”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti