Commenta

Festa della zucca al via: Inventio
e le sfide dell'Oltre, la sfilata
canina e A_Mors allo Zenith

Nel weekend la Festa prosegue con nuove bancarelle oltre a quelle già presenti, il mercato contadino, il Mondiale di Invido, lo Sbaracco di Confcommercio e tante altre attività.

CASALMAGGIORE – Discreto pubblico anche in considerazione della serata fredda e per essere l’anno zero, dopo otto edizioni collaudate con una formula differente, qualche difetto da limare nell’organizzazione e nei tempi – molto lunghi quelli legati al servizio in alcune delle attività che hanno proposto tortelli di zucca e altri piatti sulla base di questo ingrediente – ma in ogni caso il via è stato dato. Con la promessa di migliorare laddove si può e di prendere il buono che già c’è. In cucina e non solo.

A Casalmaggiore la Festa della Zucca 2019 è stata aperta, dopo l’inaugurazione delle 19, da tre eventi uno in fila all’altro proprio venerdì sera. Si è partiti dal primo appuntamento di Inventio, che ritorna con due convegni a tema politico sulla figura di Carlo Rotelli e poi sul futuro del comprensorio Oglio Po nella giornata di sabato tra le 18 e le 21. Per cominciare Inventio ha trattato del tema di questa edizione, ossia sapere andare “Oltre” i propri limiti, partendo dall’ambito sportivo ma senza fermarsi soltanto ad esso.

In Auditorium Santa Croce, moderati dal giornalista di Cremona 1 Giovanni Gardani e salutati dal sindaco Filippo Bongiovanni, hanno presentato la propria esperienza di vita due atleti come Chiara Pedroni, paralimpica da qualche anno a causa dell’endometriosi ma capace di vincere titoli su titoli nella danza e nel tennis e di non perdere mai il sorriso, e come Gianpaolo Fattori, reduce a 61 anni dalla Via Francigena percorsa in 78 giorni in solitaria da Canterbury a Roma. A completare il quadro la parte dirigenziale e scientifica dello sport, con il tandem composto dal presidente di Atletica Interflumina Carlo Stassano, che ha presentato i nuovi progetti della società di Casalmaggiore, su tutti Cascina Sereni in zona golenale, e Amilcare Acerbi, pedagogista di fama nazionale, che ha invitato il mondo degli adulti e delle istituzioni a creare nuove opportunità – da lui nominate “nuove avventure” – per i giovani, per non disperdere il loro patrimonio. Un percorso a 360°, partendo dalla fatica, proseguendo con la capacità di cogliere le opportunità, appunto per sapere andare oltre, e concludendo con uno sguardo capace di superare l’esperienza personale, oltre lo sport e oltre l’orizzonte comprensoriale.

Alle 21, invece, mentre le attività di ristorazione hanno sfornato blisgòn e non solo a getto continuo, con qualche problema gestionale e logistico dovuto all’afflusso (le lamentele non sono mancate, come – di contro – i complimenti), spazio alla sfilata canina curata da Play Dog Mileo in piazza Garibaldi, con amici a quattro zampe di razza o meticci.

Alle 21.30, infine, l’inaugurazione del Cinema Teatro Zenith col film A_Mors, del regista bresciano Mauro Cartapani, sceneggiato dal casalese Giuseppe Boles e musicato dai maestri casalaschi Pierpaolo Vigolini e Fabio Fava. Un film che ha incuriosito il pubblico, con 200 persone in sala per una “prima volta” di riapertura dello Zenith, destinato a riprendere un ruolo centrale – si spera – in piazza Garibaldi. Nel weekend la Festa prosegue con nuove bancarelle oltre a quelle già presenti, il mercato contadino, il Mondiale di Invido, lo Sbaracco di Confcommercio e tante altre attività.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti