Commenta

Sicurezza stradale, 300mila
euro su cinque comuni mantovani
dell'Oglio Po: gli interventi

Alcune amministrazioni mantovane dell’Oglio Po hanno usufruito dei servizi dell’Ufficio Bandi di Casalasca Servizi per mettere in sicurezza le proprie strade. Il progetto in questo caso si è piazzato all’11esimo posto in Regione Lombardia.

CASALMAGGIORE – Come per i comuni Casalaschi (se ne parla nel link a fondo pagina), anche alcune amministrazioni mantovane dell’Oglio Po hanno usufruito dei servizi dell’Ufficio Bandi di Casalasca Servizi per mettere in sicurezza le proprie strade. Il progetto in questo caso si è piazzato all’11esimo posto in Regione Lombardia, per un investimento di 300.852 euro, di cui la metà finanziati proprio dal Pirellone.
A presentare giovedì a mezzogiorno a Casalmaggiore il progetto, che interessa un’area di 32.899 abitanti (cinque comuni), la responsabile bandi Lara Cavalli, Francesco Stringhini che ha mostrato le slide degli interventi, il sindaco di Dosolo (capofila) Pietro Bortolotti, il vicesindaco di Viadana Alessandro Cavallari con l’assessore alla Sicurezza Romano Bellini, il sindaco di San Martino dall’Argine Alessio Renoldi e, per Marcaria, l’assessore Enrico Lungarotti. Non era presente l’amministrazione di Commessaggio, che però rientra nel progetto.

In totale il progetto prevede quindici interventi, con ben sette sistemazioni di attraversamenti pedonali, un nuovo impianto semaforico a chiamata, la riqualificazione stradale di alcuni tratti e attenzione alla segnaletica, oltre alla riorganizzazione dei flussi veicolari. Le strade interessate dalle novità, quasi tutte provinciali, hanno visto dal 2015 al 2017 in totale 224 incidenti con 10 decessi e 325 feriti con un danno sociale superiore ai 31 milioni di euro. Rispetto alle strade casalasche, dunque, meno incidenti ma molto più gravi. Anche qui l’intenzione è di fare partire i lavori con l’agosto 2020 per concludere entro febbraio 2021, ma se possibile l’iter verrà anticipato.

A Dosolo si lavorerà sugli attraversamenti, in particolare in centro ma anche sulle frazioni di Correggioverde e Villastrada nelle intersezioni con la strada provinciale e l’incrocio con l’area industriale: laddove vi è scarsa visibilità, si cercheranno correttivi con nuovi punti luce ed eventualmente uno specchio, che consenta di vedere se qualche mezzo è in transito sulla provinciale. A San Martino dall’Argine si opererà in piazza Matteotti e in via Confini, su due pertinenze stradali disastrate e con ghiaia, oltre che sulle provinciali, una per Spineda e una verso Bozzolo. Qui si avrà l’asfaltatura dei tratti messi peggio e una nuova segnaletica per la messa in sicurezza. A Commessaggio si intende riqualificare invece l’incrocio verso l’area industriale, attualmente poco visibile, intervenendo anche su via Indipendenza e sulla Sp62, oltre che all’incrocio con via Carducci in uscita da Commessaggio. Saranno posizionati anche i cosiddetti “Speed warning”, ossia i cartelli che indicano la velocità alla quale si viaggia: non sono velox, ma dovrebbero funzionare come deterrente.

A Marcaria, su un territorio molto esteso, si agirà essenzialmente nel capoluogo, “anche perché – ha spiegato Lungarotti – su Campitello abbiamo operato da poco e nelle altre sette frazioni non abbiamo un traffico troppo elevato”. Focus sull’arteria che collega a San Martino dall’Argine dopo il ponte sull’Oglio, dove è stato riscontrato un traffico ad alta velocità, in un punto dove si trovano un oratorio e un bar. Verrà posta attenzione inoltre sull’attraversamento pedonale di via Umberto I, dove si trovano molti servizi, anche se presto chiuderà la filiale di MPS, senza dimenticare il Safety cross (passaggio in sicurezza) in centro paese. Infine a Viadana, come hanno illustrato Cavallari e Bellini, si lavorerà su via Kennedy all’altezza del Centro Commerciale Gerbolina nella zona che porta, mediante via Viazzoli, al parco. “Qui molti cittadini vanno a piedi o in bicicletta e in passato si sono verificati incidenti – hanno spiegato vicesindaco e assessore -. Così abbiamo pensato di installare un impianto semaforico a chiamata: l’urgenza ci era stata segnalata da tempo e miglioreremo pure la segnaletica”.

Di seguito ecco nel dettaglio gli interventi a Dosolo (in basso a destra la via di riferimento):

Di seguito ecco nel dettaglio gli interventi a San Martino dall’Argine (in basso a destra la via di riferimento):

Di seguito ecco nel dettaglio gli interventi a Commessaggio (in basso a destra la via di riferimento):

Di seguito ecco nel dettaglio gli interventi a Marcaria (in basso a destra la via di riferimento):

Di seguito ecco nel dettaglio gli interventi a Viadana (in basso a destra la via di riferimento):

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti