Commenta

M5S Viadana, le posizioni
in consiglio: "La maggioranza
nega l'emergenza ambientale"

"Inoltre abbiamo visto bocciare la nostra mozione - spiegano i 5 Stelle - relativa agli impianti di biometano, per la quale ringraziamo il Consigliere Perteghella, unico a sostenerla oltre ai nostri consiglieri".

VIADANA – Sono queste le posizioni del Movimento 5 Stelle Viadana nel Consiglio Comunale del 30 settembre a Viadana. Nella prima parte del Consiglio, durante l’adunanza quesiti, è stata data risposta a tre interrogazioni pentastellate. All’interrogazione relativa all’Assemblea dei Sindaci ci è stato risposto che, ad oggi, la figura di Presidente, che era ricoperta dal Sindaco di Viadana Giovanni Cavatorta, è stata affidata al Sindaco di Casalmaggiore Filippo Bongiovanni e che la vicepresidenza è vacante e verranno valutate nuove eventuali nomine in una prossima seduta nel mese di ottobre. “Abbiamo quindi manifestato la nostra perplessità – spiegano i 5 Stelle – vista la delicata situazione dell’ospedale Oglio Po e dei servizi socio-sanitari, relativamente alla lungaggine dei tempi con cui vengono convocate le riunioni dell’Assemblea e auspicato che Viadana mantenga un ruolo rilevante e di stimolo nel comprensorio”.

All’interrogazione relativa al lodo Italgas è stato risposto, oltre ai passaggi che hanno portato alla valutazione dell’ingente risarcimento che il Comune dovrà sostenere nel caso in cui altri gradi di giudizio dovessero confermare la sentenza, che non sarebbero state fornite tutte le indicazioni per non agevolare la controparte in sede di ricorso, per il quale è stato dato mandato ad un nuovo avvocato. “Abbiamo compreso le necessità di non svelare la strategia difensiva – commentano i 5 Stelle – sottolineando però che in qualità di consiglieri abbiamo ricevuto in tempi molto lunghi informazioni relative al lodo, e non ci è stato fornita nessuna indicazione relativa al reperimento dei fondi necessari a risarcire l’azienda”.

All’interpellanza relativa al taglio delle ore del servizio ad personam nei tre istituti comprensivi del territorio l’assessore Ilaria Zucchini ha informato che, essendo aumentate le richieste, i fondi stanziati non erano sufficienti, ma si sta valutando di reperire quelli mancanti. “Abbiamo manifestato l’auspicio che tali fondi siano stanziati in quanto l’assistenza scolastica ed il diritto allo studio sono punti cardine e quindi prioritari per un’amministrazione” commentano i 5 Stelle.

Si è poi iniziato il Consiglio Comunale dove erano presenti 15 punti all’ordine del giorno: “Sul bilancio consolidato con le aziende partecipate del Comune – commentano i 5 Stelle – abbiamo dato parere negativo, in quanto, oltre alla situazione degli scarsi accantonamenti nel fondo rischi, come già sottolineato in altre occasioni, non è chiara la gestione dei debiti derivanti da Gi.Si, azienda che doveva già essere dismessa. Relativamente al DUP abbiamo dato parere negativo in quanto oltre a mantenersi in linea con quello degli anni precedenti che abbiamo più volte contestato, resta in attesa di recepire indicazioni che potranno essere valutate a seguito delle attività di governo. Tuttavia abbiamo evidenziato una sostanziale immobilità e molte opere che ad oggi dovevano essere finite, sono ancora in corso o non attuate. Anche la situazione del personale del Comune che vede numerose richieste di trasferimento, oltre ai pensionamenti, desta particolare preoccupazione anche per lo svolgimento delle attività di normale amministrazione. Così come abbiamo colto l’occasione per sottolineare la preoccupazione di ingenti debiti che potrebbero generarsi dalla conclusione di alcune cause in corso. Relativamente alla caserma dei Vigili del Fuoco, su sollecitazione dell’Assessore, abbiamo dato la nostra piena disponibilità come facilitatori nei rapporti tra amministrazione e ministero”.

“In merito al rinnovo della centrale unica di committenza – proseguono i pentastellati di Viadana – abbiamo dato parere favorevole in quanto riteniamo che un Comune come Viadana debba poter gestire per sé e per gli enti che vi partecipano in modo autonomo. E’ stato dato pare favorevole al bando per l’assegnazione ad un nuovo gestore per il servizio di accertamento e riscossione COSAP. Abbiamo dato parere favorevole alla convenzione con il Comune di Casalmaggiore per fornire il servizio di accompagnamento presso la Casa del Sole di un alunno residente nel territorio casalasco e col comune di Pomponesco per l’attivazione di una nuova linea scuolabus sulla tratta Viadana-Dosolo in quanto riteniamo fondamentale l’erogazione di tutto quei servizi ai cittadini per sostenere il diritto allo studio. Abbiamo approvato la mozione relativa alla creazione di un tavolo tecnico tra amministrazioni per monitorare i dati relativi al ponte di Viadana e la richiesta di investimenti certi, evidenziando però che già un anno fa avevamo promosso una mozione per l’attivazione di uno studio di fattibilità per un nuovo ponte che pare essersi arenata e che ci era stato contestato, anche dagli stessi proponenti che a suo tempo non avevano votato, che parlare del solo ponte che incide sul nostro comune era da considerarsi riduttivo e strumentale. Ribadiamo che certi temi debbano essere condivisi e per questo auspichiamo che una nuova mozione serva per attivare azioni concrete”.

“In merito alla situazione viabilistica nella frazione di Casaletto, che seguiamo da anni ed è stata oggetto di vari atti da parte del nostro gruppo, e più genericamente della SP 59 – spiegano dal gruppo – al netto delle varie proposte (semafori, sistemi di rallentamento, tutor,..) che possono avere problematiche sia di tipo tecnico che amministrativo e quindi da valutare negli uffici preposti, abbiamo evidenziato la necessità di aprire un tavolo istituzionale con tutti gli attori coinvolti (istituzioni comunali, provinciali, comitati e cittadini) in modo da trovare soluzioni e tempi certi per la messa in sicurezza del tratto stradale. Riteniamo che la provincia, ente ormai molto distante dai cittadini viste anche le modalità elettive e la riforma Del Rio, debba prendersi le proprie responsabilità convenendo che la stessa si impegni a stanziare fondi in merito. Abbiamo approvato la sintesi delle varie mozioni presentate che abbiamo contribuito a redigere. Sempre relativamente alla viabilità locale e sempre relativamente ai rapporti con la Provincia abbiamo votato favorevolmente alla mozione che chiedeva di istituire un tavolo istituzionale con i rappresentanti locali e regionali per valutare la possibilità di ultimare la Gronda Nord in quanto il percorso attuale è ad oggi fonte di numerose problematiche (immissione su viale Kennedy, circolazione in area industriale)”.

“Abbiamo visto bocciare la nostra mozione – concludono i 5 Stelle – relativa agli impianti di biometano, per la quale ringraziamo il Consigliere Perteghella, unico a sostenerla oltre ai nostri consiglieri. Abbiamo ribadito con forza che la nostra proposta non va nella direzione di scontrarsi con gli impianti di biometano che in alcune aree e con la corretta gestione possono essere una risorsa, ma riteniamo che in seguito alla deliberazione di Regione Lombardia in eccesso di potere, in quanto una sentenza del Consigli di Stato stabilisce che solo lo Stato può deliberare in materia di “end of waste” e per la cui deliberazione sono già stati prodotti dei ricorsi, il rischio di autorizzare impianti su un provvedimento illegittimo è elevato specialmente in una materia così importante come la tutela ambientale. Riguardo alla mozione sulla dichiarazione di emergenza climatica e ambientale, abbiamo nuovamente dovuto constatare, da parte della maggioranza, la mancanza di una reale volontà di prendere coscienza del problema e la ricerca dei cavilli più disparati per giustificare il voto contrario. Da parte nostra c’è stato il pieno appoggio alla mozione in quanto le problematiche ambientali e climatiche sono da tempo tristemente conclamate, e riteniamo che sia necessario l’impegno da parte di tutte le forze politiche per sostenere le iniziative ed i progetti che si pongono l’obbiettivo di trovare soluzioni efficaci per scongiurare un ulteriore aggravamento della già compromessa situazione globale. Per questo motivo abbiamo espresso il nostro voto favorevole alla mozione auspicando, per il futuro, una più consapevole sensibilizzazione ed impegno da parte di tutti”.

redazione@oglioponews.it 


© Riproduzione riservata
Commenti