Commenta

Interflumina, due eventi
a Cascina Sereni per professori
e insegnanti: il programma

"Questa iniziativa ci sembra utile per incominciare a diffondere tra i ragazzi la notizia di questa nuova risorsa, far nascere un gruppo sensibile all’ecologia, stimolare qualche nuova amicizia tra ragazzi dei Comuni del Comprensorio".

CASALMAGGIORE – Un doppio appuntamento pedagogico ed educativo organizzato dall’Atletica Interflumina di Casalmaggiore, che su questi temi punta sempre di più anche col progetto di Cascina Sereni. Sabato 26 ottobre è stata organizzata una giornata di studio e Work Shop per gli insegnanti del territorio casalasco e mantovano.

“Proponiamo – ha scritto la società presieduta da Carlo Stassano ai sindaci del comprensorio – che ogni Comune offra a due insegnanti, una di scuola materna, l’altra di scuola primaria, la partecipazione gratuita ad una giornata dedicata ai temi dell’educazione ambientale e a modalità di avvicinamento al bosco. L’attività è organizzata da Amilcare Acerbi ed è promossa dal Gruppo pedagogico ZeroSeiUp con la collaborazione della Direzione provinciale del MIUR. Il costo per ciascun insegnante, scontato per voi, è di 50 euro anziché 84. Alla giornata parteciperanno anche insegnanti provenienti da altre città. Con questa proposta vorremmo incominciare a far circolare tra gli insegnanti del territorio la notizia della nascita del programma “Natura e sport chiamano scuola” e della opportunità di usare il Podere Santa Maria con le proprie classi per visite e feste ecologiche. Contribuire a far nascere un gruppo di insegnanti appassionate di ecologia e del nostro territorio sarebbe l’obiettivo auspicato”.

Questo il programma della giornata presso Cascina Sereni:
Ore 9.30 – Benvenuto e apertura dei lavori – Carlo Stassano e Amilcare Acerbi – (Sull’aia del podere)
Ore 10.00 – Perché la motricità accresce e rinforza l’apprendimento. Risultati di ricerca e sperimentazione nelle scuole dell’infanzia di Cremona, Lina Stefanini, pedagogista del Comune di Cremona. (Si svolgerà nella saletta dell’edificio principale del podere)
Ore 11 – Workshop A – L’avventura: giocare con le corde tra gli alberi, Micaela Coralli e Paola Lecardi, dell’associazione Amici dei boschi, con 30 anni di esperienze nella City Farm Bosco Grande di Pavia. (Si svolgerà nel bosco fluviale adiacente al podere)
Ore 11 – Workshop B – La esplorazione in natura – Metodologie con bambini 2-6 anni e ragazzi 7- 11 – Dalle esperienze in boschi e cascine di Amilcare Acerbi. (Si svolgerà nel bosco fluviale adiacente al podere)
Ore 13 – Pranzo con assaggi di prodotti locali, curati da Marisa Besacchi, cuoca ufficiale dei Camp e delle feste di Interflumina. (Sull’aia e sotto il portico del podere)
Ore 14.30 – Sport e natura chiamano scuola. Illustrazione del progetto di socialità e di inclusione per il futuro Agriturismo/Ostello Podere Santa Maria, Carlo Stassano, presidente dell’Associazione di atletica leggera Interflumina di Casalmaggiore. (Si svolgerà nella saletta dell’edificio principale del podere)
Ore 15 – Workshop C – Racconti in natura, come suscitare attenzione ed emozioni e alimentare l’immaginario naturalistico, Isa Nebl, atelierista di grande esperienza della Cooperativa Coccinella di Trento. (Si svolgerà sotto il portico del podere)
Ore 15 – Workshop D – Agricoltura e alimentazione bio. Le esperienze nell’azienda e nel pastificio della Cooperativa IrisBio, Maurizio Gritta, fondatore e presidente. (Si svolgerà nella saletta dell’edificio principale del podere)
Ore 17.00 /18.00 – Perché fondare oggi un gruppo di ricerca e innovazione “Educazione -Terra – Natura”, promosso da ZeroSeiUp, Daniela Viroglio e Silvana Audano. (Il dialogo con i partecipanti al convegno si svolgerà sotto il portico del podere).

I relatori sono Lina Stefanini, pedagogista del Comune di Cremona, sperimentatrice nel campo ludico-sportivo e autrice di La bussola della mente funzionale e La pedagogia del sé operativo; Micaela Coralli e Paola Lecardi, animatrici, naturaliste, dell’Associazione Amici dei boschi, gestore della City Farm Bosco Grande, del Comune di Pavia. Hanno pubblicato Il laboratorio dei materiali poveri – Riutilizzo, manipolazione, espressività e Il Laboratorio delle stagioni, costruire e imparare con i materiali naturali; Amilcare Acerbi, pedagogista, già coordinatore e direttore pedagogico nei comuni di Pavia, Cremona, Torino, esperto di gioco infantile, fondatore e responsabile dal 1977 al 1997 della prima City Farm e fattoria didattica italiana a Pavia. Ha pubblicato Musei-non musei-territorio. Manuale per una pedagogia urbana e rurale. Socio fondatore di ZeroSeiUp; Carlo Stassano, presidente di Interflumina, Associazione Sportiva fondata nel 1975 per la pratica di Atletica leggera, Sport paralimpici, Orienteering. Mission ulteriore: socialità, inclusione. Casalmaggiore, Cremona; Isa Nebl, atelierista della Cooperativa Coccinella, sperimentatrice di nuove forme di narrazione per la sensibilizzazione all’ambiente naturale nei nidi trentini e nel Parco Arte Sella in Valsugana; Maurizio Gritta, fondatore nel 1978 della Cooperativa IrisBio – Pastificio e azienda agricola. Iris, società cooperativa agricola di produzione e lavoro per azioni, referente di una rete nazionale di produttori. Calvatone, Cremona; Daniela Viroglio, pedagogista, responsabile dei programmi di educazione all’ambiente e all’agricoltura dei Servizi educativi dell’Assessorato istruzione del Comune di Torino dal 1990 al 2017. Collaboratrice di ZeroSeiUp; Silvana Audano, pedagogista, direttrice di Circolo didattico comunale in Mirafiori sud dal 1995 al 2016. Referente di numerosi progetti e programmi nel rapporto Scuola/ambiente urbano-ambiente naturale. Collaboratrice di ZeroSeiUp. Nelle stanze del podere è visitabile la mostra di modellismo Zattere e piroghe preistoriche e primitive, ideata e curata da Roberto Lattini, modellista e antropologo navale.

Il secondo evento è fissato molto più avanti nel calendario: sabato 4 domenica 5 aprile 2020 si terrà infatti il “Campus delle Fragole” per un gruppo di ragazzi. “Organizzeremmo il primo Campus “sperimentale” per ragazzi della prima media – spiega Stassano -. Una iniziativa di due giorni presso il Podere Santa Maria, con attività di orienteering, esplorazione e giochi nel bosco, pesca sportiva, navigazione con canoa in lanca, pernottamento in tenda. Ogni Comune potrà offrire il Campus a quattro suoi ragazzi della prima media, due maschi e due femmine. Entro dicembre dovrà autonomamente decidere con quale criterio sceglierli, entro fine gennaio comunicarci i nominativi e gli indirizzi. Questa iniziativa ci sembra utile per incominciare a diffondere tra i ragazzi la notizia di questa nuova risorsa, far nascere un gruppo sensibile all’ecologia, stimolare qualche nuova amicizia tra ragazzi dei Comuni del Comprensorio, far circolare buoni esempi di attività. Sarà nostra cura pensare come tener viva la relazione successivamente con i ragazzi di questo gruppo. Il programma dettagliato con le proposte di costo verrà inviato ai primi di novembre, dopo la giornata di studio del 26 ottobre”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti