Commenta

Solarolo, la risposta di Ceresini:
"Errori del passato non ricadano
sul nostro mandato. Stiamo facendo"

"Capisco la minoranza ancora turbata per la sconfitta elettorale, ma ciò non la autorizza a diffondere informazioni che mistificano la realtà dei fatti" risponde Vittorio Ceresini, sindaco di Solarolo Rainerio.
Nella foto Ceresini e il gruppo che lo ha sostenuto alle elezioni

SOLAROLO RAINERIO – Non si fa attendere la replica di Vittorio Ceresini, sindaco di Solarolo Rainerio, alla minoranza di Dario Ruggeri. “In merito alle dichiarazioni della minoranza vorrei puntualizzare le numerose inesattezze contenute nell’articolo – spiega Ceresini -. In merito al lasso temporale penso che quattro mesi siano il tempo appena sufficiente per cercare di capire le difficoltà dell’Unione, della quale penso sia forse responsabile chi mi ha preceduto. Tanto è passato dal mio insediamento alla presidenza dell’Unione, che lasciai nel maggio 2011, quando mi succedette Dario Ruggeri, dimessosi esattamente un anno dopo, senza che a memoria si ricordi qualcosa di sostanziale fatto come presidente, se non un tentativo di aderire ad un bando di informatizzazione degli uffici dell’Unione, poi miseramente naufragato nel nulla e del quale mai fu spiegato il perché in collaborazione con Unione Foedus. Ricordo vieppiù che pure il presidente Zaramella (sindaco uscente, che Ruggeri ha cercato di rappresentare in continuità alle elezioni, ndr) si è dimesso dalla presidenza della stessa e come tale non penso possano per il momento dare lezione di presidenza agli altri”.

“In merito all’assunzione del vigile – prosegue Ceresini – la stessa procedura è al termine dal momento che il 1° dicembre 2019, decorso il preavviso di due mesi previsto dal contratto di lavoro, il vigile prenderà servizio. In merito al bando per la sicurezza stradale chiedo a chi mi ha preceduto perché non abbia aderito allo stesso visto che dal 27 maggio non risulta agli atti del comune alcuna richiesta di adesione a tale bando; in merito al distretto del commercio spiace comunicare come il comune abbia inoltrato la propria adesione proprio ne giorni scorsi. Spiace altresì comunicare che proprio questa sera (mercoledì, ndr) ci sarà presso il comune di Solarolo la riunione delle giunte dei comuni dell’Unione convocata dieci giorni fa”.

“Da ultimo ci fa piacere comunicare – conclude Ceresini – non solo la gioia nel sapere dell’apprezzamento della minoranza per gli eventi organizzati dal comune dopo anni di nulla, ma anche che la Pro Loco sta per rinascere a nuova vita. Parlo della Pro Loco storica, che per decenni dal lontano 1988 ha reso onore alla comunità di Solarolo, con eventi storici come il Palio delle Contrade; non certo della Pro Loco nata nel 2015 per volontà dell’amministrazione comunale e miseramente abortita due anni dopo tuttora esistente ma quiescente. Per tranquillizzare la minoranza inviterò personalmente il sindaco di San Giovanni, che è pure il sindaco del mio comune di nascita e residenza, a tutti gli eventi che l’assessorato alla Cultura – da me retto con il prezioso aiuto del consigliere Delvò – organizzerà da qui a Natale in collaborazione con la Commissione Biblioteca convocata per il 25 ottobre e con la rinnovata Pro Loco. Capisco la minoranza ancora turbata per la sconfitta elettorale, ma ciò non la autorizza a diffondere informazioni che mistificano la realtà dei fatti”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti