Commenta

Mortale sulla Sabbionetana,
durissimo Orlando Ferroni:
"Inammissibile che non vi siano tutele"

Ora ci sarà il solito balletto delle responsabilità e delle competenze. Ma qualsiasi amministratore, passato e presente, ha sulla coscienza una morte come quella di ieri sera perché nessuno ha fatto nulla a tutela dei cittadini

CASALMAGGIORE – Nessuna luce, nessun passaggio pedonale e ciclabile, nessuna sicurezza. A farne le spese l’utenza debole. Il Centro Commerciale Padano, le sue attività e i suoi supermercati si affacciano sulla Sabbionetana dall’altra parte della città. Di giorno, come di notte, gli attraversamenti sono numerosi. Anziani, ma anche operai e ragazzi, a piedi o in bicicletta. Ieri sera la strada ha tolto la vita ad una 66enne che stava andando a fare la spesa. Nessuna luce, nessun passaggio pedonale e ciclabile, nessuna sicurezza.

Ci sono punti in cui gli attraversamenti non sono segnati, ma sono attraversamenti a tutti gli effetti. Il camminamento nel tratto d’erba tra la provinciale sabbionetana e il centro commerciale sta a testimoniare l’alto utilizzo di quella via per raggiungere il Padano. Tra i primi a passare in auto, ieri sera, dopo l’incidente mortale, l’ex consigliere comunale Orlando Ferroni. Un Ferroni che non ha mancato di dire la sua sulla vicenda. Ci ha raggiunto, a qualche ora dall’incidente, al telefono.

“E’ inammissibile – spiega Ferroni – che non ci sia un attraversamento in sicurezza per un Centro Commerciale. Lo sanno tutti che in quel punto la gente a piedi e in bicicletta attraversa, non tutti si possono recare a fare la spesa in macchina. Ed è assurdo anche che quel tratto di strada non sia illuminato. Parliamo tanto di sicurezza e di progetti sulla sicurezza con tanto di conferenze stampa e non siamo neppure in grado di tutelare i cittadini. Facciamo centri commerciali e non pensiamo che poi vi possa essere gente che li raggiungerà anche a piedi o in bici. Si sa da sempre che la strada bassa per Vicomoscano viene utilizzata, sia da una parte che dall’altra, anche a piedi o in bici e da nessuna delle due parti c’è un attraversamento pedonale sicuro. Tutti sono consapevoli che la gente continua a passare, e nessuno fa nulla. Ora ci sarà il solito balletto delle responsabilità e delle competenze. Ma qualsiasi amministratore, passato e presente, ha sulla coscienza una morte come quella di ieri sera perché nessuno ha fatto nulla a tutela dei cittadini”.

N.C.

© Riproduzione riservata
Commenti