Politica
Commenta

Rive Gauche torna alla carica con l'Assessora Valentini: "Deve a tutti delle spiegazioni su MIA"

Visto il ruolo che ricopre di rappresentante delle istituzioni, riteniamo che abbia il dovere di rispondere in merito alle sue scelte politiche e se le risposte non arriveranno a breve, chiederemo alle minoranze tutte, che la questione venga portata in consiglio comunale

CASALMAGGIORE – Il Circolo di Rive Gauche PRC di Casalmaggiore torna sulla questione del voto contrario alla concessione dei contributi a MIA (associazione meritoria che si occupa del sostegno alle donne oggetto di violenza) da parte dell’Assessore ai Servizi Scolastici Sara Valentini. Un no pesante, unica della giunta a votare contrariamente alla sua stessa giunta. Ci si attendeva una spiegazione, che non è arrivata. E il circolo cittadino di Rive Gauche torna a chiederne.

“A distanza di diversi giorni dalla richiesta del gruppo CNC-VAPPINA all’assessora Valentini, in riferimento alle motivazioni che l’hanno portata a votare in modo contrario al patrocinio del Comune alle iniziative dell’Ass. MIA per la giornata internazionale contro la violenza sulle donne, nessuna risposa è arrivata.

Quello che è accaduto è per noi un fatto grave, una scelta personale e legittima ma che necessita di spiegazioni.

Nel caso particolare, l’iniziativa che la Valentini ha bocciato tratta temi legati al ruolo delle donne nella società. Il primo film parla di un attivista ambientalista, il secondo film parla di disabilità, il terzo film parla di donne che devono affrontare le problematiche quotidiane, a seguito della chiusura del centro d’accoglienza che le ospita. Oltre alle proiezioni vengono presentati anche due libri, “ Vive e libere “ che parla di storie vere vissute e raccontate da donne, con la prefazione di Lucia Annibali l’avvocatessa che nel 2013 fu aggredita dall’ex fidanzato, avvocato, che le deturpò il viso con l’acido; ultima iniziative, la presentazione del libro “La sonata a Kreutzer” in collaborazione con l’ass. “Uomini che si immischiano”, uno dei primissimi gruppi di uomini che si stanno mobilitando a fianco delle donne. Nelle diverse serate, in base alle tematiche, sono coinvolte anche associazioni del territorio quali “Persona ambiente” e “ Santa Federici” .

Un voto contrario a questo tipo di progettualità ci preoccupa molto, la Valentini è assessora all’istruzione e ha un peso nelle scelte di progetti presentati nelle scuole, su temi che vanno dal bullismo, all’educazione alle differenze, alla sfera delle discriminazioni, ecco perché ci serve capire se questi sono temi che le stanno a cuore oppure no, vogliamo garanzie e soprattutto chiarezza.

Visto il ruolo che ricopre di rappresentante delle istituzioni, riteniamo che abbia il dovere di rispondere in merito alle sue scelte politiche e se le risposte non arriveranno a breve, chiederemo alle minoranze tutte, che la questione venga portata in consiglio comunale”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti