Commenta

I più giovani imparano
la differenziata divertendosi grazie
a Interflumina e Casalasca Servizi

Tra i presenti anche l’atleta paralimpico Andrea Devicenzi e il gruppo dei Trashbusters di Maurizio Stradiotti, che da qualche mese ha iniziato a ripulire zone cittadino dei vari paesi del Casalasco.

CASALMAGGIORE – Quattro squadre – Plumcakes, Riciclateti, Piazza Pulita e Confusi e Felici – e un modo per divertirsi imparando. O meglio per imparare divertendosi. A Casalmaggiore presso il Centro Medicina dello Sport, organizzato da Atletica Interflumina, è andata in scena una doppia seduta, divisa per classi di età, volta a insegnare ad atleti, studenti e, più in generale, cittadini, l’importanza della raccolta differenziata di rifiuti e come questa debba essere compiuta in modo corretto.

Filippo Bertolotti, che fa parte del Cda della società sportiva presieduta da Carlo Stassano, è infatti anche Direttore Generale di Casalasca Servizi, azienda con sede a San Giovanni in Croce che si occupa della raccolta rifiuti su diversi comuni del Casalasco e della zona Cremonese. Dapprima proprio Bertolotti ha spiegato al giovanissimo uditorio il ciclo di smaltimento dei rifiuti e quanto possa essere decisiva una differenziata ben fatta, per entrare nel pieno rispetto della natura e dei suoi tempi. Prima della teoria c’è stato però spazio per la pratica, con grande attenzione – mediante il lavoro dei giudici di gara – alla suddivisione dei rifiuti idealmente prodotti nei vari contenitori dedicati. Secco, umido, vetro, plastica e carta: cinque diverse sezioni, da non sbagliare, pena l’annullamento del punto e la perdita di quota in classifica.

Bertolotti ha prima spiegato il gioco, poi mentre i giudici hanno controllato i rifiuti per decretare la squadra vincitrice lo stesso Bertolotti ha, mediante slide, spiegato i rifiuti e la eventuale ricollocazione, auspicando che anche per la spesa quotidiana possano essere utilizzati sempre meno contenitori e un packaging ridotto, specie per quel che riguarda la plastica. Senza scordare di separare, molto spesso, involucro e contenuto e le singole parti dell’involucro stesso, qualora siano di materiale differente. Per la cronaca ha vinto la squadra dei Confusi e Felici (che a dispetto del nome evidentemente avevano le idee chiare) nella classifica declamata da Marco Falchetti.

Tra i presenti anche l’atleta paralimpico Andrea Devicenzi e il gruppo dei Trashbusters di Maurizio Stradiotti, che da qualche mese ha iniziato a ripulire zone cittadino dei vari paesi del Casalasco. Alla fine merenda per tutti. Il gioco dei rifiuti, qualche tempo fa, era stato introdotto dalle Guardie Ecologiche Volontarie a Cappella, durante lo SpaventaCappella. E’ bello che ora il testimone sia stato ripreso, diffondendo il verbo di una cultura ambientale più sostenibile a partire da un gesto quotidiano, come buttare l’immondizia nel posto e nei modi corretti.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti