Commenta

Bozzolo, chiude la trattoria
Il Giardino, tanta la storia
che ci è passata dentro

Tante soste e tanti episodi il cui comun denominatore era ovviamente era sempre il mangiare sopratutto quello riferito ai 'bigui con le sarde' divorati dagli allora leader locali Miglioli, Luani Mussini, Compagnoni e Massimo Aradi da Casalmaggiore

BOZZOLO – Ci sono ambienti che aprono al pubblico e altri al contrario che chiudono. Nel caso della Trattoria Giardino di Bozzolo il saluto definitivo alla clientela rappresenta un evento altrettanto importante rispetto ad una inaugurazione. Si perchè Alessio Maffezzoni non è soltanto un gestore di trattoria amato e stimato per le sue doti di generosità e carità non avendo mai negato un piatto di pasta alle persone indigenti.

La sua notorietà parte da lontano, quando giovane segretario della locale sezione della Dc aveva messo tutto il suo impegno per realizzare sul territorio i progetti e le ambizioni di un partito che all’epoca costituiva un’autentica ammiraglia nel mare della politica non ancora in burrasca come ai giorni d’oggi. Storica una foto dove lo si vede seduto al fianco dell’allora ministro e attuale Capo dello Stato Sergio Mattarella durante una iniziativa ideata dai democristiani per manifestare solidarietà ai giovani di Piazza Tien An Men a Pechino il 14 giugno 1989, insieme agli amici onorevoli Giuseppe Torchio e Antonino Zaniboni.

Venendo a tempi più recenti fu proprio Alessio a riaccendere l’interesse su una vicenda che aveva riguardato due ebrei salvati grazie ad uno stratagemma dal parroco don Primo Mazzolari durante la seconda guerra mondiale. Tra un piatto di tagliatelle ed uno stracotto, Oskar Tanzer e Leone Banyacar nella trattoria Giardino hanno ricordato recentemente una vicenda che li aveva coinvolti trovando poi nel sindaco Torchio il veicolo ideale per l’organizzazione per una serie di importanti eventi pubblici.

Di aneddoti ed episodi da raccontare attorno alla lunga attività di Alessio Maffezzoni c’è ne sarebbero a centinaia. Moltissimi i personaggi politici che si sono fermati nel locale anche perchè collocato in fregio alla statale Cremona Mantova, appena dopo le sbarre. Tante soste e tanti episodi il cui comun denominatore era ovviamente era sempre il mangiare sopratutto quello riferito ai ‘bigui con le sarde’ divorati dagli allora leader locali Miglioli, Luani Mussini, Compagnoni e Massimo Aradi da Casalmaggiore. E chissà che il termine ‘sardine’ non fosse già in procinto di venire alla luce fin da allora.

Sabato 21 dicembre Alessio Maffezzoni organizza un happy hour dalle 18 alle 22 per salutare tutti gli amici e clienti della Trattoria Giardino in via Valzania a Bozzolo.

Rosario Pisani

© Riproduzione riservata
Commenti