Commenta

Villa Pasquali, primo
corso di sabrage nella
notte di Santa Lucia

L’iniziativa è a cura della ‘Sabrage Company Napoleone Bonaparte’. L’inizio è previsto per le ore 20 a villa Carpe Diem in Villa Pasquali: si inizierà con la teoria per imparare i necessari accorgimenti per poi passare alla pratica sul campo

VILLA PASQUALI – Si terrà giovedi 12 luglio, notte di Santa Lucia, il primo corso di sabrage per imparare ad aprire le bottiglie di champagne con la sciabola.

L’iniziativa è a cura della ‘Sabrage Company Napoleone Bonaparte’. L’inizio è previsto per le ore 20 a villa Carpe Diem in Villa Pasquali: si inizierà con la teoria per imparare i necessari accorgimenti per poi passare alla pratica sul campo. Tutti i partecipati avranno a disposizione una bottiglia di champagne da sciabolare, per la prima esercitazione pratica.

In caso di superamento della prova, i tredici soci fondatori della Compagnia riceveranno il diploma di ‘Sabreur’. Nella pratica, il sabreur con la sciabola colpisce il collo della bottiglia con un colpo secco e la forza della lama rompe il vetro e separa il collo dal collare della bottiglia che, insieme con il tappo, viene sparato via dalle bollicine di anidride carbonica contenute nel vino. Il rischio è che la bottiglia si rompa, diventando pericolosa.

Il sabrage è una pratica antica che affonda le radici ai tempi di Napoleone Bonaparte, quando la sabre era l’arma prediletta degli Ussari, la cavalleria leggera dell’esercito napolenico. I soldati, di ritorno da battaglie vittoriose, erano soliti brindare alle vittorie con bottiglie di champagne che stappavano con le loro sciabole.  La tradizione vuole che lo stesso Napoleone apprezzasse questa tecnica un po’ rude ma affascinante.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti