Cronaca
Commenta

Martignana e la guerra ai botti: ordinanza "di rinforzo" alla normativa già vigente

"Ferma restando l’applicazione delle sanzioni penali ed amministrative previste da leggi e regolamenti, la violazione della presente ordinanza comporta l’applicazione di una sanzione amministrativa pecuniaria da € 25,00 ad € 500,00".

MARTIGNANA DI PO – Con l’ordinanza numero 19 del 2019 anche il comune di Martignana di Po dichiara guerra ai botti e ai petardi per l’ultimo dell’anno. Di fatto si tratta di un “rinforzo” rispetto alla legge già vigente, come si legge nel documento.

“Il comune ordina – spiega il testo firmato dal sindaco Alessandro Gozzi – il divieto assoluto su tutto il territorio del Comune di Martignana di Po dal 31 dicembre 2019 al 7 gennaio 2020 di accendere, lanciare e sparare materiali pirotecnici e similari. Ferma restando l’applicazione delle sanzioni penali ed amministrative previste da leggi e regolamenti, la violazione della presente ordinanza comporta l’applicazione di una sanzione amministrativa pecuniaria da € 25,00 ad € 500,00 ai sensi dell’art. 7 bis del D.Lgs. 267/2000. Alla Polizia Locale gli Agenti della Forza Pubblica è demandato di fare osservare la presente ordinanza”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti