Commenta

Vbc Casalmaggiore,
test maratona con Brescia:
al PalaRadi finisce 3-2

Si è partiti con i primi tre set giocati dal 10 pari con rotazioni bloccate e palla di conferma per la squadra in ricezione, i restanti due set invece si sono giocati con una formula un po' strana.
Foto Molaschi

VBC È PIÙ POMÌ CASALMAGGIORE – BANCA VALSABBINA MILLENIUM BRESCIA: 3-2 (25-21 / 25-23 / 18-25 / 17 -25 / 25-16)

Vbc: Popovic 13, Stufi 15, Camera 1, Spirito (L) 1, Fiesoli 7, Maggipinto, Scuka 14, Carcaces 22, Veglia 6, Antonijevic 3, Cuttino 12. All. Gaspari-Bertocco.

Brescia: Jones-Perry 15, Rivero 14, Veltman 3, Speech 11, Saccomani 3, Mingardi 19, Bridi 3, Biganzoli (L), Mazzoleni 7, Caracuta, Segura 10, Fiocco 2. Non entrate: Parlangeli.  All. Mazzola-Zanelli

CREMONA – Interessante occasione di riattivare i meccanismi di gioco per la Vbc Èpiù Pomì Casalmaggiore che affronta, tra le mura amiche del PalaRadi di Cremona la BancaValsabbina Millenium Brescia in un allenamento congiunto durato cinque set. Si è partiti con i primi tre set giocati dal 10 pari con rotazioni bloccate e palla di conferma per la squadra in ricezione, i restanti due set invece si sono giocati con una formula un po’ strana: 0-0 di partenza, rotazioni libere, prima palla per la squadra in battuta, free ball seguente per la squadra avversaria, terza palla ancora alla squadra che ha battuto in precedenza, arrivati al 20esimo punto si passa al volley canonico per concludere il set.

E’ Cuttino a mettere a terra il primo pallone di questo allenamento congiunto. La prima frazione è ben condotta dalle rosa, di blu vestite per l’occasione, che impongono il proprio ritmo di gioco anche grazie a qualche muro di Popovic, qualche buon attacco di Carcaces e Scuka e una buona prestazione corale in difesa. Nella seconda frazione le ospiti provano ad invertire da subito la tendenza presa nel promo set ma le fast di Stufi iniziano a farsi pesanti e anche Spirito trasforma un bellissimo salvataggio ad una mano in un punto. Brescia però non demorde e si porta a meno uno, 23-24 ma è Popovic a spezzare il buon momento delle bresciane e un’indecisione della difesa ospite chiude la seconda frazione. La terza frazione è ad appannaggio della formazione ospite che fin da subito detta il ritmo e chiude con Mingardi 25-18. La quarta frazione, giocata in “tecnica mista”, vede le bresciane spingere sull’acceleratore e concludere 25-17 . Quinta frazione più equilibrata con le rosa che veleggiano sempre avanti di due/tre punti fino al 12-9, da qui Carcaces e compagne si portano sul 16-11 grazie soprattutto alle fast di Stufi. Le rosa poi prendono il largo e concludono 25-16 con l’ennesima fast di Stufi.

“Dobbiamo sicuramente riprendere i ritmi di gara che si sono sicuramente persi durante questo periodo di vacanza – dice coach Rossano Bertocco, secondo dell’head coach Gaspari – oggi mancava sicuramente una pedina fondamentale per noi come Caterina, a casa con la febbre, ma si è visto sicuramente alcuni meccanismi da rodari. Si è visto anche qualcosa di buono sia in difesa che a muro ma sinceramente non ci aspettavamo molto di più. Bisogna essere pazienti, abbiamo il tempo per riportare la squadra in forma…l’importate era rimettere in moto la squadra. Dalla prossima settimana lavoreremo sicuramente di più sulla qualità e su quelli che sono i nostri punti deboli, rinforzando la battuta e gestire meglio i colpi in situazioni difficili.”

MURI: 12 Casalmaggiore – 10 Brescia
ACE: 6 Casalmaggiore – 6 Brescia

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti