Commenta

Bozzolo, Claudio Bottura
è il nuovo segretario del
PD: "Le sfide mi stimolano"

“Dobbiamo riappropriarci del contatto alle persone, attraverso il far bene, attraverso il sostegno all’attuale amministrazione, composta da amici, e che come partito abbiamo sostenuto, anche non partecipandovi attivamente"

BOZZOLO – “Le sfide mi stimolano” esordisce così Claudio Bottura, neo segretario del circolo PD di Bozzolo, appena eletto domenica 19 gennaio 2020, a seguito delle dimissioni di Cinzia Nolli. “A Cinzia vanno i miei più calorosi saluti, e ricambio lo in bocca al lupo che mi ha inviato stamattina. Con lei resteranno anni di battaglie al fianco, sia in amministrazione che nel partito”.

Le sfide a cui si riferisce il neo segretario PD sono quelle che vedono un allontanamento delle persone alla politica, al partito che forse ha poco rappresentato i più a favore dell’io, “Bisogna rimboccarsi le maniche per far sapere quanto di buono il PD ha saputo e saprà fare in questi anni di cambiamenti epocali, dall’uscita timida dalla crisi economica, al mondo del lavoro, alle migrazioni, alle paure percepite in cui conta di più un dato che la vita effettiva”.

“Dobbiamo riappropriarci del contatto alle persone, attraverso il far bene, attraverso il sostegno all’attuale amministrazione, composta da amici, e che come partito abbiamo sostenuto, anche non partecipandovi attivamente. Il PD che abbiamo in mente è un partito che attraverso i contatti con gli altri circoli, a partire da quelli dell’OglioPo, arriva al provinciale e al regionale, aiutando e supportando le scelte del Nazionale, sappia risolvere i problemi dei cittadini, delle istituzioni”.

Le altre sfide che attendono il PD locale sono anche la sanità, con la riforma non ancora finita e quindi zoppa, ai trasporti verso i quali sembra si veda la luce in fondo al tunnel grazie al raddoppio della linea ferroviaria Mantova Cremona Milano, all’emergenza educativa che si manifesta anche nei luoghi pubblici con atti di vandalismo, alle nuove povertà, all’economia locale con la chiusura di molte attività commerciali di prossimità, ma con la speranza che l’avvento di una zona commerciale ampia, possa ridare valore anche al centro del paese.

“Molte cose a Bozzolo funzionano, i rapporti con gli altri comuni, l’istruzione con un Istituto Comprensivo all’avanguardia, il terzo settore con associazioni di volontariato che sono il fiore all’occhiello della comunità ma che operano tra mille difficoltà e che sanno aiutare in silenzio; quindi bisogna supportare ciò che di buono funziona, ci mettiamo come partito a disposizione di tutti. Il PD di Bozzolo sarà quindi la casa di tutti i riformisti, progressisti, di chi sente i valori del centrosinistra propri, di chi anche se non attivamente, voglia migliorare la comunità. Non possiamo dimenticare che Don Primo qui ha scritto le più belle pagine della storia cattolica, di fratellanza, di assistenza a chi è stato prevaricato, di chi ha avuto privata la libertà, degli ultimi. Da qui dobbiamo continuare il percorso iniziato alcuni anni fa”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti