Cronaca
Commenta

PalaFarina, cantiere ufficialmente ripartito. Rossi e Sanfelici: "Pronto ad agosto 2020"

Si sta procedendo al rivestimento delle gronde e al montaggio delle strutture di sostegno alle pareti laterali. Successivamente si passerà all’allaccio con le fognature e alla costruzione degli impianti elettrici all’interno dell’edificio.

VIADANA – Il PalaFarina di Viadana? Finalmente ha una data di fine lavori. Dopo i noti problemi degli ultimi tempi, dapprima l’assessore regionale allo Sport Martina Cambiaghi aveva svelato che la questione, e il cantiere, si erano finalmente sbloccati, rispondendo a un quesito portato da Antonella Forattini, consigliere regionale per la provincia di Mantova. Poi la conferma è giunta direttamente dall’assessore ai Lavori Pubblici di Viadana Franco Rossi. “Dopo un periodo altalenante finalmente i lavori sono ripartiti e, come previsto dal nuovo accordo di programma con Regione Lombardia, ente che co-finanzia l’opera, prevediamo di concludere entro agosto 2020. Siamo fiduciosi perché le squadre di lavoro ci sono e sono all’opera e non abbiamo motivo per temere ulteriori ritardi”.

I disagi sarebbero stati superati ed è dunque stato confermato il finanziamento della Regione, che inizialmente sembrava a rischio revoca: ricordiamo infatti che i lavori sono in netto ritardo rispetto al cronoprogramma iniziale, con la consegna che era attesa, per una cifra complessiva di 2.7 milioni di euro, per la primavera 2019, e che il direttore dei lavori, l’ingegner Francesco Palumbo, si era dimesso perché troppe mancanze si erano palesate strada facendo. Ora che è stato nominato un nuovo direttore, il cantiere del PalaFarina è ripartito.

Cosa manca? Lo spiega il responsabile dell’Ufficio Tecnico comunale di Viadana Giuseppe Sanfelici, responsabile del procedimento per la costruzione del palazzetto. “Si sta procedendo al rivestimento delle gronde e al montaggio delle strutture di sostegno alle pareti laterali. Successivamente si passerà all’allaccio con le fognature e alla costruzione degli impianti elettrici all’interno dell’edificio. Si stanno definendo nel dettaglio le varie fasi di esecuzione ma la data di agosto 2020 come consegna lavori è verosimile”.

Senza dubbio, essendo il 2020 anno elettorale a Viadana per le amministrative, il PalaFarina sarà (e in fondo è già) tema di campagna elettorale. Se tutto andrà bene, in ogni caso, la nuova amministrazione, tra i primi compiti, avrà proprio quello di inaugurare il rinnovato palazzetto, che era schiantato al suolo con alcune travi della copertura l’8 febbraio 2015 dopo avere ospitato anche gare della Pomì Casalmaggiore in serie A1.

G.G.

© Riproduzione riservata
Commenti