Commenta

Dosolo, l'amministrazione
sostiene l'accoglienza
dei bimbi di Chernobyl

In sala sarà presente la mostra fotografica del viaggio a Chernobyl con relazione a cura di Andrea Azzi che assieme alla moglie Deisi hanno toccato con mano la realtà di quelle zone sfortunate che ancora oggi non trovano riscatto

DOSOLO – L’amministrazione comunale di Dosolo sostiene il progetto di POLRIVA Suzzara che prevede l’accoglienza di bambini e ragazzi provenienti dalle zone colpite dal disastro nucleare di Chernobyl.

Giovedì 13 Febbraio apriremo le porte della Sala Consigliare per ospitare tutti coloro interessati a conoscere questo progetto al quale è possibile aderire entro il 23 febbraio 2020, per le accoglienze estive (periodo Giugno – Luglio – Agosto)

In sala sarà presente la mostra fotografica del viaggio a Chernobyl con relazione a cura di Andrea Azzi che assieme alla moglie Deisi hanno toccato con mano la realtà di quelle zone sfortunate che ancora oggi non trovano riscatto.

I programmi di accoglienza temporanea in Italia rappresentano un’esperienza unica in Europa, attraverso la quale diviene chiaramente visibile la vocazione solidaristica dei cittadini, delle famiglie e delle realtà associative del territorio. Non bisogna pensare che i bimbi siano portatori di malattie che possano nuocerci: il problema purtroppo è solo loro.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti