Commenta

Grazie alla UYN (sponsor tecnico)
la Nazionale Italiana di
Biathlon parla anche asolano

UYN supporta con il suo intimo e le calze tecniche i campioni azzurri, da Lisa Vittozzi e Dorothea Wierer a Lukas Hofer e Dominik Windisch. Il brand italiano tra l’altro è anche sponsor del team slovacco di biathlon guidato da Paulina Fialkova.

ASOLA – Gli italiani, si sa, sono un popolo che si appassiona alle discipline sportive a patto che ci siano connazionali in grado di prevalere. Così è stato per la vela, esistita nel nostro tifo solo ai tempi gloriosi di Luna Rossa, così è per lo sci e per il tennis quando abbiamo campioni, per poi dimenticarci quasi del tutto queste discipline pur importanti.

Oggi tocca al biathlon, grazie ai Mondiali che sono in corso in Italia, ad Anterselva, ma soprattutto grazie ad una squadra competitiva che ha già ottenuto qualche risultato importante: giovedì la staffetta mista ha vinto la medaglia d’argento, venerdì Vittozzi e Wierer hanno chiuso ai piedi del podio, quarta e quinta, lo sprint femminile. Le gare proseguono fino a domenica 23 febbraio per questo evento globale con 350 atleti da 40 Paesi, 165mila spettatori e oltre 130 milioni di persone davanti ai televisori. In Norvegia, ma anche in Germania, il biathlon è uno sport popolare, e i suoi campioni sono vere e proprie star. Da noi questo vale solo ad Anterselva e dintorni, ma chissà che gli exploit iridati dei nostri atleti non possano dare un contributo importante. Anche perché si tratta di uno sport decisamente affascinante, sia per i panorami splendidi che fanno da cornice alle gare sia per l’abbinamento tra lo sforzo fisico della corsa sugli sci e la precisione necessaria al tiro con la carabina.

La nostra non è certo terra da biathlon, ma l’Oglio Po è presente ai Campionati del Mondo, grazie a un’azienda di Asola, la UYN (Unleash Your Nature), fornitore tecnico della Federazione Italiana Sport Invernali. UYN supporta con il suo intimo e le calze tecniche i campioni azzurri, da Lisa Vittozzi e Dorothea Wierer a Lukas Hofer e Dominik Windisch. Il brand italiano tra l’altro è anche sponsor del team slovacco di biathlon guidato da Paulina Fialkova.

L’intimo e le calze UYN (il nuovo brand di Treré Innovation di via Modena) sono sviluppati in collaborazione con le dieci nazionali di sci (tra cui Austria, Norvegia, Germania e Francia, oltre che l’Italia) di cui il marchio di Asola è partner e fornitore ufficiale. Nello specifico, i due team di biathlon vestono l’intimo Evolutyon e Motyon, di pesantezza diversa in base alle condizioni climatiche, e le calze Cross Country. Le linee Evolutyon e Motyon sono realizzate in bio-fibra Natex, un derivato dall’olio di ricino, ad alte prestazioni. Natex garantisce tempi di asciugatura del 50% inferiori e un peso del 25% in meno rispetto al nylon tradizionale.

Entrambe presentano l’esclusivo sistema Hypermotion che permette di eliminare le cuciture nella zona delle spalle per offrire libertà di movimento e sostegno strategico alla muscolatura. Si tratta di benefici fondamentali per il biatleta, sia nel fondo che al poligono. Per garantire una temperatura corporea costante, UYN ha sviluppato la tecnologia Coolvent, che trasporta verso l’esterno il sudore in eccesso e crea un flusso d’aria sulla pelle, e la tecnologia Heatmemory, che trattiene il calore corporeo e impedisce il raffreddamento nei momenti di pausa o recupero. Anche il benessere dei piedi è fondamentale per la prestazione.

Le calze Cross Country combinano il Natex con la lana Merino per un comfort termico ottimale, il sistema Cool Air Flow permette al piede di rimanere asciutto e alla giusta temperatura. Sistemi di protezione alla caviglia e al tendine d’Achille e la compressione mirata rendono la calza Cross Country perfetta per attività prolungate. Insomma, le tecnologie più avanzate e i materiali più performanti vengono testate nei laboratori di Asola e messi a disposizione degli atleti con l’obiettivo di creare le condizioni ideali per prestazioni eccezionali.

V.R.

© Riproduzione riservata
Commenti