Cronaca
Commenta

Coronavirus, le buone notizie: migliorano i due uomini di Marcaria. E i commercianti dicono "Casalmaggiore non si ferma"

C’è bisogno di un sorriso e in tal senso un messaggio arriva dal commercio a Casalmaggiore: un video collage postato proprio mercoledì mattina da parte del consigliere con delega al Commercio Martina Abelli, sul proprio profilo Facebook, mostra il motto “Casalmaggiore non si ferma”.

MARCARIA/CASALMAGGIORE – Gli aggiornamenti che arrivano dal Casalasco-Viadanese per quanto concerne il Coronavirus sono concentrati su Marcaria e sono buone notizie: i due uomini con tampone positivo, di 43 e 63 anni, entrambi residenti in frazione, stanno infatti migliorando. Lo comunica il sindaco Carlo Alberto Malatesta, sempre mediante Facebook, strumento molto utilizzato di questi tempi in cui una comunicazione rapida può essere decisiva.

“La persona di Cesole risultata positiva al coronavirus – spiega Malatesta – è molto migliorata, così come sta meglio il 43enne di Casatico. Sono entrambe ottime notizie per la nostra Comunità e non ho coscienza di altri casi positivi rilevati. Sono stati eseguiti prudenziali accertamenti a favore di cittadini che hanno dato, nel momento in cui vi scrivo, esito negativo. Mi è inoltre noto il caso di una quarantena cautelare disposta da ATS per la persona che ha avuto contatti con la persona positiva al coronavirus. A questo proposito preciso che sono giudicati contatti rischiosi solo di quelli ponderati da ATS nell’analisi degli spostamenti, delle frequentazioni e delle abitudini della persona risultata positiva”.

C’è bisogno di un sorriso e in tal senso un messaggio arriva dal commercio a Casalmaggiore: un video collage postato proprio mercoledì mattina da parte del consigliere con delega al Commercio Martina Abelli, sul proprio profilo Facebook, mostra il motto “Casalmaggiore non si ferma” e poi i volti dei vari commercianti che hanno deciso di aderire alla campagna. Troviamo commesse, baristi, impiegati e impiegate uniti tutti dalla forte volontà di ripartire, sia in centro che nelle frazioni, con qualche scatto fotografico anche di grandi eventi tenutisi di recente a Casalmaggiore. Un messaggio che riprende quello già mostrato nei giorni scorsi da città grandi come Cremona o da centri anche più piccoli di Casalmaggiore come Pizzighettone (al confine con la zona rossa) e Sabbioneta.

G.G.

© Riproduzione riservata
Commenti