Ultim'ora
Commenta

Bozzolo e coronavirus,
invocazioni e preghiere
sulla tomba di don Primo

Tra le frasi scritte a biro, in questi giorni ne sono comparse alcune che chiedono intercessione riguardo la diffusione del virus improvvisamente esploso in Italia e nel nostro territorio

BOZZOLO – Sono interrotte, com’è noto, le Messe e le attività in Oratorio, ma non sono precluse le visite nelle chiese per un momento di preghiera personale occupando magari un banco per ogni persona rimanendo a debita distanza. Norme e regole ben illustrate sul foglio affisso al portone d’ingresso della chiesa di San Pietro a Bozzolo. Qui poi diverse persone si sono spinte sino all’altare sostando davanti alla tomba di don Primo Mazzolari. Appoggiato sul leggìo un grande libro raccoglie ogni giorno le invocazioni che la gente rivolge all’indimenticabile sacerdote riguardo ai problemi e alle sofferenze personali e della propria famiglia. Tra le frasi scritte a biro, in questi giorni ne sono comparse alcune che chiedono intercessione riguardo la diffusione del virus improvvisamente esploso in Italia e nel nostro territorio. Parole e richieste di aiuto spirituale che rivelano la grande preoccupazione e la diffusa paura ma contemporaneamente una enorme spinta verso la fede e la speranza.

R.P.

© Riproduzione riservata
Commenti