Commenta

Zampe&Code, dalla
fotografa Camilla Sarzi
una mano per l'Oglio Po

Il progetto Zampe&Code è nato proprio per questo, dare valore al tempo che passiamo con i nostri amici animali e che loro passano con noi

CASALMAGGIORE – Camilla Sarzi è una straordinaria fotografa, sicuramente una delle più estrose presenti sul territorio. Ed è anche una persona estremamente sensibile. Da sempre impegnata nel mondo animale, ha deciso che questa sua passione poteva essere coniugata alle necessità del territorio, che sono soprattutto quelle di sostenere l’ospedale Oglio Po da un mese e mezzo nell’emergenza legata alla diffusione del Covid19. Una zampa per l’Oglio Po è l’iniziativa che ha studiato, in accordo con il dottor Claudio Toscani, presidente dell’Associazione Amici dell’Oglio Po. A fronte di un’offerta minima di 30 euro all’associazione, Camilla regalerà una minisessione fotografica con il proprio animale da compagnia e una stampa gratuita. Le donazioni andranno fatte direttamente all’Associazione Amici dell’Ospedale Oglio Po inserendo nella causale la dicitura Zampe e Code. La ricevuta va inviata via mail a zampeecode@gmail.com oppure la foto via whatsapp a 389-4485399 e si verrà iscritti nell’elenco. I servizi verranno eseguiti appena possibile quando l’emergenza sarà passata, sarà possibile farli in studio a Scandolara Ravara oppure in esterna in zona Casalmaggiore accordandosi con me per giorni e orari

L’iban dell’associazione lo trovi qua https://www.facebook.com/amiciospedaleogliopo/photos/a.2081037718825764/2440079646254901/?type=3&theater

“E’ un modo – spiega Camilla Sarzi –  per aiutare il nostro ospedale e gli operatori sanitari che si fanno in quattro per star vicino a tutti in questo periodo ricordandosi che i nostri amici a 4 zampe fanno nel loro piccolo qualcosa di simile per noi tutti i giorni, tenendoci compagnia e regalandoci amore incondizionato. Il progetto Zampe&Code è nato proprio per questo, dare valore al tempo che passiamo con i nostri amici animali e che loro passano con noi”.

La stampa ed il servizio fotografico saranno offerte alle prime 30 donazioni. “Al momento per una questione organizzativa il limite è questo, poi valuteremo”.

N.C.

© Riproduzione riservata
Commenti