Commenta

"Oltre le polemiche e il buio,
il mio grazie agli operatori
sanitari nelle Case di Riposo"

Lettera scritta da Giulia Formici

Egregio direttore,

Nei momenti più duri e bui ci si accorge con più chiarezza di coloro che portano luce e soccorso. Mai come in questo surreale periodo di emergenza tutti noi cittadini abbiamo preso consapevolezza dell’importante lavoro che Medici, Infermieri, Tecnici e tutti gli Operatori delle strutture ospedaliere ogni giorno compiono, anche mettendo a repentaglio la propria salute e in condizioni di rischio. Ma gli ospedali non sono, purtroppo, il solo campo di battaglia della terribile sfida che stiamo combattendo contro il Covid-19: le Case di Riposo del nostro territorio stanno ora affrontando una prova difficilissima, che ci viene testimoniata dai numerosi appelli che le Amministrazioni rivolgono alle Autorità regionali e nazionali, spesso senza ricevere da queste risposte o aiuti.

Sono a conoscenza della drammatica situazione che le RSA stanno vivendo e che solo nelle ultime settimane sta ricevendo la giusta attenzione dai media e mi sento per questo in dovere di esprimere il mio grande GRAZIE, che so essere condiviso anche da tutta la Cittadinanza, a tutti gli Operatori che a vario titolo lavorano nelle Case di Riposo, dagli animatori, all’amministrazione, alle cuoche, agli addetti alle pulizie nonché ai Medici, Infermieri e OSS, che quotidianamente, con responsabilità e senso del dovere, si occupano degli anziani. Pur avendo ridotti mezzi a disposizione rispetto ai grandi ospedali e nonostante la complessità della situazione e i timori, Infermieri e OSS, in particolare, stanno continuando con passione e abnegazione ad assistere gli ospiti delle Case di Riposo e stanno facendo ogni giorno piccoli miracoli, accudendo gli anziani, così fragili e spaesati in questo momento particolare, mostrando una vicinanza che cerca, per quanto possibile, di colmare anche il vuoto lasciato della sospensione delle visite di famigliari e amici.

A tutti questi Operatori, che non hanno il privilegio di cui tanti di noi godiamo di rimanere al sicuro nelle nostre case e che ogni giorno e notte svolgono il loro lavoro di assistenza e sostegno dei nostri anziani, dei nostri nonni, dei nostri famigliari, va il sincero ringraziamento e la profonda riconoscenza di tutti noi. Oggi va a voi il nostro applauso e i grandi segni di solidarietà e generosità provenienti da tutta la Cittadinanza ne vogliono essere segno tangibile e dimostrazione.

redazione@oglioponews.it

 

© Riproduzione riservata
Commenti