Commenta

Migross, a Bozzolo
qualcosa si muove. Un
piccolo segnale di speranza

BOZZOLO – I politici assieme a virologi, immunoligi ed esperti di vario genere da qualche tempo, anche se a fasi alterne, stanno incoraggiando la popolazione ad avere pazienza perchè se le cose continueranno in questo modo, tra poco l’Italia si dice, potrebbe uscire dall’emergenza e riprendere a vivere normalmente, pur con le dovute cautele.

Una dimostrazione pratica di quello che tutti auspicano possa avvenire al più presto arriva da Bozzolo dove ieri mattina alle 8 sono ripresi i lavori al grande cantiere della Migros. Gli operai, una trentina, impegnati quotidianamente per riaprire il supermercato interessato da una mastodontica e completa ristrutturazione se ne erano andati negli stessi giorni in cui tutta la Lombardia e non solo Codogno e lodigiano, era stata dichiarata zona rossa. Adesso, lentamente stanno ritornando provenienti dalle zone del Veneto dove la maggior parte risiede, e la dimostrazione sono le ruspe e gli scavatori che hanno ripresi i loro movimenti.

“Un piccolo tentativo di ripresa con tutti i crismi della legalità” sottolinea il sindaco Giuseppe Torchio. Quel che conta è il piccolo segnale di ripresa che arriva dal cantiere Migros di Bozzolo, incoraggiante per tutto il territorio e per quella trentina di nuovi dipendenti che l’Azienda si è impegnata ad assumere a lavori finiti.

R.P.

© Riproduzione riservata
Commenti