Ultim'ora
Commenta

La Uil Fpl di Cremona chiede
un premio-emergenza per
i lavoratori della sanità privata

“Chiediamo alle strutture sanitarie private e ai loro direttori di riconoscere a tutte e tutti i lavoratori un “premio emergenza Covid-19” del valore medio di 500 euro mensili da erogare per i mesi di marzo e aprile 2020. Non possiamo chiamarli eroi se poi vengono abbandonati, conferiamo loro un premio di riconoscenza”.

Un premio da riconoscere ai lavoratori e alle lavoratrici delle strutture sanitarie private, socio-sanitarie e socio-assistenziali, per l’impegno straordinario durante questa fase di emergenza sanitaria: questa la richiesta avanzata dalla Uil-Fpl di Cremona ai direttori delle strutture stesse. Per il sindacato “è innegabile che durante la grave situazione dettata dal Covid-19 che ha colpito il nostro Paese e soprattutto la provincia di Cremona, sia stato vitale il lavoro in prima linea di centinaia di lavoratori e lavoratrici della sanità”. Il sindacato esprime il proprio ringraziamento e la propria vicinanza “a tutto il personale sanitario e socio-assistenziale del territorio xremonese che è rimasto saldo al suo posto nonostante lo stress, i carichi di lavoro aumentati e i turni pesanti (sia dal punto di vista fisico che psicologico); una prova di solida professionalità, determinazione ed umanità senza precedenti”.

La proposta arriva direttamente dal segretario organizzativo Angelo Bonvissuto: “Chiediamo alle strutture sanitarie private e ai loro direttori di riconoscere a tutte e tutti i lavoratori un “premio emergenza Covid-19” del valore medio di 500 euro mensili da erogare per i mesi di marzo e aprile 2020. Non possiamo chiamarli eroi se poi vengono abbandonati, conferiamo loro un premio di riconoscenza”. Per il sindacato, le aziende sono ora chiamate a un segno tangibile di responsabilità e di profonda gratitudine per l’operato dei lavoratori.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti