Commenta

La scuola moderna,
M5S punta all'innovazione
per la Lombardia

Ogni passo in avanti fatto dalla tecnologia sospinta dalla voglia di innovazione dell'uomo apre nuove frontiere, apre le porte ad opportunità che prima non esistevano ed infine lancia sfide da cogliere per allargare ulteriormente l'abbraccio dell'orizzonte.

Ogni passo in avanti fatto dalla tecnologia sospinta dalla voglia di innovazione dell’uomo apre nuove frontiere, apre le porte ad opportunità che prima non esistevano ed infine lancia sfide da cogliere per allargare ulteriormente l’abbraccio dell’orizzonte. L’ambiente analogico per definizione fino a qualche tempo fa era la scuola, poi il vento ha iniziato a soffiare più forte ed oggi, per fronteggiare l’epidemia, proprio la tecnologia è divenuta la “stampella” per procedere con i vari programmi didattici, arginare le difficoltà ed infine ritrovarsi con strumenti che potranno essere utili anche nel post Covid-19,

In Regione Lombardia l’apparato scolastico del territorio è un tema assai dibattuto con il Movimento 5 Stelle che vede di buon occhio una “digitalizzazione” del mondo scuola…

“Da giungo circa l’81% delle scuole italiane sarà connessa tramite la Banda ultra larga. Alla Lombardia, regione con più scuole (5.459  totali), spettano oltre 51 milioni di quelli previsti dal Piano Scuola, un primato in tutta Italia. È un passo da giganti – commenta il consigliere 5S di Regione Lombardia Marco Degli Angeli con delega all’innovazione – necessario per un futuro digitale e soprattutto per l’adozione della teledidattica”.
La scuola deve ripartire e deve farlo in modo innovativo. Per questo motivo  Degli Angeli si dice soddisfatto dai risultati raggiunti dal Comitato Banda Ultra Larga (CoBull).
“Il ministro per l’innovazione tecnologica e la Digitalizzazione Paola Pisano – chiarisce Degli Angeli – ha fatto un lavoro egregio riuscendo a destinare al progetto 1,5 miliardi tra Piano Scuola e voucher da destinare ad imprese e famiglie”.
Proprio su questo punto Degli Angeli pone l’accento:
“Le connessioni veloci sono un vero e proprio ponte verso il futuro. Serviranno ad una scuola più connessa, alla teledidattica ma soprattutto servirà per sviluppare lo smart working (cavallo di battaglia del consigliere pentastellato) e a tutta una serie di processi aziendali, tramite cui si potranno creare nuove opportunità di lavoro. Il domani è già oggi – conclude Degli Angeli – ora che Regione Lombardia ha acquisito i fondi non perda tempo e si metta subito al lavoro per attuare quanto prima il piano”.
redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti