Commenta

Presidente della Repubblica
a Codogno: 'Da qui ripartiamo
con la più grande speranza'

“Da Codogno – ha concluso -, dove è iniziato il nostro percorso di sofferenza, vogliamo ribadire i valori della Costituzione, ricordando nuovamente i tanti nostri concittadini morti per il coronavirus e rinnovando grande solidarietà ai loro familiari e alle loro comunità”. FOTOGALLERY E SERVIZI TG DI CREMONA 1
Il Presidente Mattarella a Codogno

Le immagini ufficiali della visita del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella a Codogno. Aggiornamenti e interviste in diretta nel tg delle 13.30 con l'inviato a Codogno Simone Arrighi (e le immagini di Ivan Russo)

Pubblicato da Cremona1 su Martedì 2 giugno 2020

“Da qui vogliamo ripartire, con la più grande speranza per il futuro”. E’ questo il messaggio che il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha voluto lanciare da Codogno, dove si è recato questa mattina, martedì 2 giugno, in occasione della Festa della Repubblica. Mattarella è arrivato nel centro abitato del lodigiano, dove lo scorso 21 febbraio è stato accertato il primo caso italiano di coronavirus, intorno alle 11 e si è recato nella sede del Comune dove ha incontrato il presidente della Regione Attilio Fontana, il sindaco di Codogno e presidente della Provincia di Lodi Francesco Passerini, gli altri sindaci dell’ex zona rossa, il prefetto di Lodi Marcello Cardona, il vescovo monsignor Maurizio Malvestiti e una rappresentanza dei volontari.

Mattarella ha quindi dichiarato: “La celebrazione del 2 giugno – l’anniversario della nascita della nostra Repubblica – ha luogo quest’anno a Codogno e idealmente nei tanti altri luoghi in cui il dolore ha colpito il nostro popolo e dove conto di recarmi in altre prossime occasioni. In questi luoghi si ritrova oggi la Repubblica”. “Da Codogno – ha concluso -, dove è iniziato il nostro percorso di sofferenza, vogliamo ribadire i valori della Costituzione, ricordando nuovamente i tanti nostri concittadini morti per il coronavirus e rinnovando grande solidarietà ai loro familiari e alle loro comunità”.

“Il 21 febbraio scorso, qui a Codogno, la storia del nostro Paese è improvvisamente mutata” ha detto il governatore della Lombardia, Attilio Fontana. “Un male terribile ha colpito l’Italia e la Lombardia, che ha pagato il prezzo più alto in termini di vite umane e sacrifici”. “Grande emozione per la venuta del presidente della Repubblica a Codogno, riconosciuto come luogo simbolo dove festeggiare questa strana festa della Repubblica” ha aggiunto il sindaco di Codogno, Francesco Passerini. “Un giorno particolare, per ricordare le vittime di questa Pandemia, ma anche per ripartire. Le ferite di questi 100 giorni sono tante, ma solo con una ripartenza intelligente riusciremo a tornare alla nostra quotidianità”. Dopo aver reso omaggio alle vittime del Covid al cimitero del paese, il Presidente della Repubblica è quindi ripartito verso Roma intorno a mezzogiorno.

redazione@oglioponews.it

Il Capo dello Stato Sergio Mattarella commemora le vittime della pandemia: il suo momento di raccoglimento al cimitero di Codogno

Pubblicato da Cremona1 su Martedì 2 giugno 2020

© Riproduzione riservata
Commenti